MIPAAF: CAMPAGNA DI PROMOZIONE “PESCHE IN SPIAGGIA”

MIPAAF: CAMPAGNA DI PROMOZIONE “PESCHE IN SPIAGGIA”

CAMPAGNA DI PROMOZIONE “PESCHE IN SPIAGGIA”

Contesto
L’Italia è il primo produttore europeo di ortofrutta ed è leader nel comparto pesche e nettarine. La produzione di pesche e nettarine (escludendo le percoche avviate principalmente
alle trasformazione) si aggira annualmente attorno a 1,5 milioni di tonnellate, rappresentando il 48% delle pesche e il 54% delle nettarine in Europa.
Tale produzione è in grado di generare a livello nazionale una PLV di circa 700 milioni di euro, pari al 12% della PLV frutticola italiana.
Il comparto ortofrutticolo italiano sta versando in un forte stato di crisi, riconducibile in gran parte anche al “batterio killer” che ha fortemente ridotto la domanda di ortofrutta proprio
all’inizio della campagna estiva nei mercati principali di destinazione dei nostri prodotti, quelli del nord Europa.
Di conseguenza sono state indirizzate maggiori quantità di prodotto sul mercato nazionale.

Per quanto riguarda le pesche e nettarine l’importante calo dei consumi è stato aggravato anche da un clima non molto favorevole al consumo di frutta estiva, in concomitanza di una
produzione di pesche e nettarine meno scalare rispetto ad annate normali. L’accavallamento produttivo fra le diverse aree di produzione dovuto ad un anticipo di produzione nelle regioni del Nord
accompagnato da un ritardo di maturazione nelle regioni del Sud, ha creato infatti una concentrazione di produzione molto importante in alcune settimane, soprattutto nel periodo fine giugno e
metà luglio.

Si è creata così una situazione di mercato veramente difficile, con gli operatori stretti fra un’elevata produzione e la crisi di consumi che ha finito per portare i prezzi di
mercato su livelli talmente bassi da non coprire i costi di produzione.
Sulla base dei dati rilevati dalle diverse camere di commercio i prezzi alla produzione delle pesche e nettarine, aggiornati alla settimana 29, sono progressivamente scesi fino ad arrivare
attualmente a poco oltre i 20 centesimi di euro al chilogrammo per le nettarine e 0.24 euro/kg per le pesche, più che dimezzati rispetto allo scorso anno e nettamente al di sotto dei costi
di produzione, che ricordiamo a seconda delle varietà e delle aree di produzione, non vanno comunque al di sotto dei 45 centesimi di euro.

La Commissione Europea per aiutare la ripresa dei consumi di ortofrutta ha messo a disposizione un budget supplementare di 15 milioni di euro per 3 anni, da utilizzare per azioni di informazione
e promozione sul mercato interno o nei paesi terzi. Si tratta di una misura eccezionale dettata dalla gravità che sta colpendo l’intero comparto ortofrutticolo europeo.
In questo contesto, si rende quanto mai necessario e strategico realizzare una campagna informativa proposta dai Consorzi che può essere denominata “PESCHE IN SPIAGGIA”. La campagna vuole
creare un sistema di comunicazione e informazione del prodotto pesche e nettarine  che consenta di rilanciare i consumi a livello nazionale e nello stesso tempo di evidenziare il forte stato
di crisi di un comparto oggi in ginocchio a causa della contingenza di diversi fattori concomitanti.

In un’ottica di medio termine, le attività proposte vogliono essere anche un progetto pilota da estendere anche ad altre produzioni e da ripetere su larga scala nelle prossime campagne di
commercializzazione.

Soggetti promotori:
Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali in collaborazione con le Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, il Consorzio Pesca e Nettarina di Romagna IGP, il Consorzio di Tutela
della Pesca di Verona IGP ed il Consorzio di tutela della Pesca di Leonforte IGP.

Organismo esecutore: CSO – Centro Servizi Ortofrutticoli società cooperativa.
Uno dei punti di forza del CSO è lo stretto legame con il mondo della produzione considerato che ha 54 soci su tutto il territorio nazionale.
Inoltre, il CSO, dal 1999 ad oggi, ha realizzato anche per conto del Consorzio della Pesca e Nettarina di Romagna IGP, numerose attività di informazione e promozione, campagne stampa,
radiofoniche e TV.

Obiettivo del progetto: valorizzare e promuovere il consumo di frutta estiva, a livello nazionale, in particolar modo pesche e nettarine anche a denominazione protetta, quali eccellenze
dell’italianità attraverso un’immagine coordinata e comune del sistema ortofrutticolo nazionale, che enfatizzi l’azione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali a
supporto e a fianco degli operatori e delle eccellenze produttive.

Strategia del progetto:
per raggiungere l’obiettivo di cui sopra, la campagna “Pesche in spiaggia” si articola in una serie di attività che facciano leva sulle produzioni di qualità, sulla sicurezza
alimentare, sulla territorialità e la tipicità che contraddistinguono la produzione italiana di pesche e nettarine.
Per sottolineare l’italianità, nell’immagine della campagna compare un tricolore che evoca anche la ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Periodo e luoghi:
La campagna di informazione nazionale vuole raggiungere i consumatori nel mese di agosto. La stessa sarà accompagnata dalla distribuzione di pesche e nettarine anche IGP in alcune
località balneari, simbolo anch’esse delle qualità del nostro turismo.

La distribuzione avverrà secondo il seguente calendario:
13-14 agosto: Emilia Romagna
20-21 agosto: Veneto e Lazio
27-28 agosto: Sicilia

Tra le località coinvolte ci sono:
Cesenatico, Milano Marittima, Cervia, Rosolina Mare, Jesolo, Peschiera, Ostia Lido, Fregene, Taormina, Catania, Palermo.

Azioni previste per realizzare “PESCHE IN SPIAGGIA”

CAMPAGNA INFORMATIVA NAZIONALE
Oltre ai materiali informativi previsti saranno ideate specifiche azioni di comunicazione sulla stampa quotidiana, unitamente alla distribuzione del prodotto.

Azioni di comunicazione media

A) Conferenza stampa
B) Attività di Ufficio stampa e PR
C) campagna Stampa
D) pesca week end
distribuzione di prodotto,

Per rendere più efficace la campagna informativa, si prevede di distribuire il prodotto in alcune delle spiagge più rappresentative scelte principalmente in base al criterio della
vicinanza con le zone tipiche di produzione:
– Riviera Romagnola,
– Riviera Veneta,
– Sicilia,
– Litorale laziale, che ha dato il supporto all’iniziativa.

Il leaflet conterrà messaggi che descrivono le proprietà salutistiche delle pesche, i riferimenti alla sicurezza alimentare e alla territorialità.
Il leaflet avrà la funzione quindi di dare informazioni direttamente ai consumatori sulle pesche, il frutto dell’estate per eccellenza.
Tutte le informazioni ed il programma aggiornato delle spiagge coinvolte saranno disponibili sul sito del Ministero

www.politicheagricole.it

L’Ufficio del Portavoce


Leggi Anche
Scrivi un commento