Milano: I vini biologici protagonisti al ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia

Milano: I vini biologici protagonisti al ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia

Scegliere prodotti biologici, oggi più che mai, è una scelta di vita. Per questo il ristorante Acanto dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, gioiello italiano
della Dorchester Collection, presenta una nuova carta dei vini in cui le tipologie di “nettare di bacco”, provenienti da coltivazioni biologiche e biodinamiche*, diventano protagoniste.

La scelta si è orientata verso piccoli e medi produttori, non presenti nella grande distribuzione e legati, il più possibile, ad una coltivazione naturale nel rispetto delle
tradizioni, del territorio di provenienza e della specificità dei vari vitigni.

Lo Chef Sommelier Alessandra Veronesi ha selezionato, accuratamente, un ventaglio di eccellenze enologiche provenienti da tutte le regioni italiane: dalle Marche, ad esempio, arriva il
Verdicchio di Matelica prodotto da Collestefano con i suoi profumi che evocano erbe di campo e mela; parla “toscano” il Chianti Classico Riserva di Badia a Coltibuono dell’omonima tenuta, amato
dagli appassionati come l’emblema di questo territorio, e racchiude in se i profumi delle coste siciliane il Neromaccarj prodotto da Gulfi, un cru di Nero d’Avola dal carattere particolarmente
deciso possente e ricco.

Come dichiara, inoltre, Alessandra Veronesi “Il panorama dei vini biologici si è arricchito, in questi ultimi anni, di aziende sempre nuove. Sono molte sia le aziende vinicole italiane,
e in tutto il mondo, che propongono all’attenzione dei consumatori vini realizzati da uve provenienti da coltivazioni biologiche e biodinamiche.”*

In tutto dieci etichette importanti di aziende che nelle loro coltivazioni scelgono di seguire tecniche che non alterino i valori naturali del vino. Dieci nuove ottime ragioni, che vanno ad
arrichire la già prestigiosa carta dei vini del ristorante Acanto, per viziarsi con un pranzo o una cena, dove il vino ideale si sposa perfettamente con le superbe proposte dello chef
Fabrizio Cadei.

*L’Agricoltura Biologica è un insieme di tecniche di coltivazioni che non usano concimi chimici, diserbanti, insetticidi, ne altre sostanze chimiche di sintesi. L’agricoltura Biodinamica
può considerarsi come un’estensione del biologico in quanto racchiude l’idea che la vigna e la cantina facciano parte di un unico ecosistema che si muove e si sviluppa in pieno accordo
con le fasi astrologiche e i cicli lunari. 

In particolare un vino biodinamico sottintende che l’enologo non abbia fatto uso di lieviti e manipolazioni per aggiustare i valori naturali del prodotto in termini, per esempio, di
acidità e grado alcolico in questo caso il vino si esplica naturalmente e l’enologo segue il ciclo di sviluppo senza interferire sul prodotto dall’esterno. I vini naturali sono prodotti
senza l’uso di So2.

Hotel Principe di Savoia
Piazza della Repubblica 17
20124 Milan, Italy
www.hotelprincipedisavoia.com

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento