Mangiare bene: la cucina Toscana insegna

Mangiare bene: la cucina Toscana insegna

Sulla necessità di avere un’alimentazione sana e regolare per essere sempre in salute non vi è più alcun dubbio. Da sempre il titolo di cucina più sana del
mondo
è attribuito alla, cosidetta, “dieta mediterranea” che racchiude una tradizione enogastronomica fatta di piatti che poggiano le proprie fondamenta su
prodotti sani e genuini che è possibile ricondurre alla tradizione contadina delle nostre terre.

Tra tutte una delle più apprezzate è la cucina Toscana, una regione che ha fatto della sua tradizione enogastronomica una virtù sfruttandola anche a
livello turistico. Infatti chi non ha mai passato almeno una volta una vacanza in Toscana in
agriturismo?

I piatti tipici della tradizione Toscana sono, spesso, piatti molto semplici che vengono resi unici dalla qualità dei prodotti e dalla bravura di chi cucina. Basti pensare alla classica
bistecca alla fiorentina, al Caldaro (una zuppa di pesce) oppure alla ribollita, un delizioso piatto povero della tradizione contadina a base di
verdure e legumi.Per non parlare dei dolci, come il Panforte o i Cantuccini, o i tantissimi vini che hanno reso famosa la regione nel mondo.

Uno splendido modo per mangiare bene e apprezzare la cucina Toscana è quello di organizzare un vero e proprio itinerario enogastronomico approfittando dei periodi come la primavera e l’estate periodi ricchi di sagre ed eventi culinari.Ogni zona della regione, infatti, ha delle proprie radici e una
propria tradizione che vale la pena scoprire e apprezzare per passare qualche giorno di relax e imparare a mangiar sano.

In collaborazione con:
Ok Toscana , il portale delle vacanze in Toscana.

Leggi Anche
Scrivi un commento