Lombardia: passi avanti per metro, Tem e Pedemontana

Milano, 16 Ottobre 2007 – Trovata una soluzione per i prolungamenti delle metropolitane milanesi, fissata la data, 5 novembre, per la firma dell’Accordo di programma per la Tem
(Tanngenziale est esterna di Milano); verificato che la Brebemi, la direttissima Milano-Brescia, può procedere nei tempi fissati e così pure la Pedemontana. Confermato che la
Boffalora-Malpensa sarà terminata il 31 marzo 2008.
Questo l’esito della riunione in Regione del Tavolo delle Infrastrutture con il ministro Antonio Di Pietro, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, l’assessore Raffaele
Cattaneo, i presidenti delle Province, i sindaci e i rappresentanti degli Enti locali e i vertici delle società concessionarie.

«E’ stato un lavoro fruttuoso – ha commentato Formigoni – secondo il metodo inaugurato con il ministro più di un anno fa, un metodo di grande collaborazione, di lavoro rigoroso,
accuratamente preparato e istruito e sempre teso ai risultati concreti, agli impegni che ognuno deve assumere e ai passi da fare senza indugi. Affrontiamo con decisione e cerchiamo di abbattere
le azioni di resistenza che emergono e gli ostacoli che produrrebbero ritardi».

I lavori si sono svolti i tre sessioni:

– prolungamenti delle metropolitane milanesi,
– grande viabilità,
– opere ferroviarie e accessibilità agli aeroporti.

Prossimo appuntamento già fissato per il 5 novembre per tirare le fila e fare un altro passo avanti.

METROPOLITANE

«Attraverso un emendamento in Senato al decreto 159 del Governo – ha spiegato Cattaneo – queste opere saranno classificate come prioritarie, e questo darà il via libera all’iter
per la loro realizzazione».

Per il prolungamento della M1 da Sesto a Monza Bettola è risolto il problema dell’aumento dei costi di 30 milioni. Il 40% sarà a carico degli enti locali, il 60% del
Ministero.
Dunque i finanziamenti ci sono: il Comune di Milano presenterà il progetto definitivo entro fine mese al Ministero, così che si possa completare l’iter approvativo.
Per la M2 (il cui prolungamento da Cologno a Vimercate è richiesto dai Comuni anche per l’accordo di Programma della Tem) c’è l’impegno a finanziare il progetto definitivo (6
milioni) all’interno dei 150 milioni previsti dal decreto 159 e a inserirlo nelle priorità. Il Comune di Milano trasmetterà il progetto preliminare per arrivare all’approvazione
del Cipe entro dicembre.

Anche la M3 per Paullo (9 novembre) approderà al Cipe per l’approvazione. Il primo tratto della M4 (San Cristoforo-Sforza Policlinico) vedrà il progetto definitivo entro febbraio
2008 e l’avvio dei lavori entro il 2008 stesso; per il secondo lotto, fino a Linate, il Comune predisporrà il progetto definitivo entro settembre 2008.
Per quanto riguarda la M5, verrà convocata la Conferenza dei servizi per approvare la variante Garibaldi con progetto definitivo, cioè la sua caratteristica di
«passante».
Entro dicembre approderà al Cipe anche il nuovo progetto di parcheggio di interscambio al Polo esterno della Fiera.
Confermata la priorità anche per la metrotranvia Milano-Desio-Seregno: il progetto definitivo è già approvato, si può procedere a reperire i finanziamenti (60
milioni da subito sui 212 di costo dell’opera).

GRANDI OPERE

Tem: lo sblocco delle metropolitane consente che il 5 novembre si firmi l’Accordo di programma (prima ci sarà l’assemblea dei sindaci).
Pedemontana: l’approvazione in sede Cipe e l’imminente registrazione da parte della Corte dei Conti rassicurano sul rispetto del cronoprogramma. Nei prossimi giorni verranno consegnate
le proposte di gara per il General Contractor.
Terza e quarta corsia Milano-Novara sulla A4: progetto al Cipe entro dicembre, inizio lavori primavera 2009, fine lavori nel 2013.
Monza-Cinisello: partono questo mese i lavori. Anas lo ha confermato, impegnandosi ad approvare la perizia di variante, cioè il nuovo progetto. A novembre, o dicembre, verranno
svolti incontri sul territorio soprattutto per illustrare le opere per garantire la fluidità del traffico nel periodo di cantiere.
Rho-Monza: anche per questa arteria confermata la priorità e la determinazione delle concessionarie a finanziarla.
Viabilità in Valtellina: preso atto che la Provincia di Sondrio ha individuato una soluzione per l’attraversamento di Morbegno e Tirano che costa meno della metà del
procedente progetto (280 milioni). Il potenziamento della viabilità sarà oggetto di Accordo di programma il 5 novembre, per portare al Cipe il progetto preliminare entro il
2008.
Sicurezza nelle gallerie: a giorni Anas presenterà i risultati dei suoi studi per poi aprire una gara da 150 milioni per il miglioramento e la manutenzione dei sistemi di
sicurezza e illuminazione.
BreBeMi: risolto il problema del raccordo con RFI (Rete ferroviaria italiana) per quanto riguarda le interferenze delle opere che sono costruite in affiancamento. Si è preso
atto che il Ministero ha messo a disposizione di RFI i 175 milioni che si era impegnato a reperire, e che dunque possono essere utilizzati.
Seregno-Bergamo: sono subito disponibili 83 milioni e la progettazione può e deve avanzare in modo integrato con la Pedemontana.
Milano-Chiasso: progetto preliminare del potenziamento al Cipe entro il 2007.
Boffalora-Malpensa: prevista l’inaugurazione il 31 marzo 2007. Ora si passa al progetto per il completamento fino alla A4 Milano-Torino. E il 5 novembre si affronteranno anche i
collegamenti con Linate e Orio al Serio.

Leggi Anche
Scrivi un commento