Lombardia: firmata convenzione per centri assistenza caldaie

Lombardia, 12 Dicembre 2007 – E’ stata siglata oggi in Regione Lombardia dall’assessore alle Reti, Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile, Massimo Buscemi, e dai
rappresentanti delle associazioni regionali degli artigiani la convenzione per la gestione dei Cait, i Centri assistenza impianti termici, un catasto centralizzato al quale si possono rivolgere
i manutentori per trasmettere, in via telematica, le dichiarazioni previste per legge sulla corretta gestione degli impianti stessi.

«La trasmissione in via telematica delle dichiarazioni dei manutentori – ha detto l’assessore Buscemi – è una condizione indispensabile per rendere operativo il catasto
centralizzato degli impianti termici istituito da Regione Lombardia in attuazione alla legge n. 24 del 2006 relativa alla lotta contro l’inquinamento atmosferico».
L’impegno di Regione Lombardia per disciplinare la gestione degli impianti termici risale ad alcuni anni fa ma la convenzione stipulata oggi rappresenta un salto di qualità sia per la
gestione degli impianti sia per il ruolo attribuito ai manutentori.
«Il catasto centralizzato – ha sottolineato Buscemi – rappresenta uno strumento essenziale non solo per monitorare gli impianti anomali ma anche per conoscere il fabbisogno di energia
primaria degli edifici, i fattori che influenzano i consumi, i livelli di obsolescenza e di sicurezza degli impianti. Tutti elementi essenziali per definire le politiche di intervento della
Regione ma anche degli altri enti e delle imprese».
La professionalità degli installatori e dei manutentori è un elemento essenziale delle politiche regionali per il risparmio energetico e la riduzione dell’inquinamento.
«La riduzione dell’inquinamento – ha concluso l’assessore Massimo Buscemi – passa anche attraverso l’innovazione perché, senza innovazione non ci possono essere prospettive
concrete per la tutela dell’ambiente».

Leggi Anche
Scrivi un commento