Lombardia: arrivano i farmer’s market e il pane contadino

Lombardia: arrivano i farmer’s market e il pane contadino

Anche Abbiategrasso avrà il suo mercato fisso degli agricoltori. Ogni venerdì mattina, a partire da questo 27 novembre 2009, negli spazi del Consorzio Agrario in via Novara, dalle
8.30 alle 13 sbarcherà una task force composta da una decina di produttori con i principali tesori enogastronomici del territorio, tra cui carne, salumi, formaggi, verdura e miele.

“Lo scopo non è solo di allargare la catena dei mercati di Campagna Amica sul territorio – spiega Enzo Locatelli, responsabile di zona della Coldiretti – ma anche di dare una dimensione
sociale al mercato, come punto di incontro e di scambio di conoscenza fra produttori e consumatori. I nostri non sono solo prodotti agroalimentari, ma ognuno di essi custodisce una storia fatta
di tradizione, lavoro, famiglia, impegno, professionalità e legame con il territorio. Una storia che vogliamo raccontare alla gente anche attraverso questo mercato”. L’iniziativa viene
realizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale di Abbiategrasso.

Intanto ieri, mercoledì, a Milano, nel cortile del Consorzio Agrario di via Ripamonti, fra le postazioni dei produttori della Coldiretti di Milano e Lodi che partecipano al farmers’
market, ha fatto il suo debutto anche il “pane del Molgora”, realizzato con farine ottenute dalla macinatura di grano “di forza” di qualità superiore e coltivato secondo un rigido
disciplinare, nelle aree di Vimercate, Burago e Agrate. Sono state portate 140 pagnottine da mezzo chilo che alle 10.30 del mattino erano già esaurite. “La gente passava, sentiva il
profumo e tornava indietro a prenderne una” racconta Giovanni Fumagalli, agricoltore di Oreno e uno dei protagonisti del recupero della tradizione del pane contadino.

La pagnottina, con una crosta croccante all’esterno e un tenero cuore di mollica all’interno, si conserva come se fosse appena sfornata anche per tre giorni. Ha una struttura di buon equilibrio
fra consistenza e morbidezza. E’ ideale da mangiare o semplicemente con dell’olio extra vergine di oliva o abbinata a formaggi e salumi del territorio, visto che ha un gusto delicato e pulito
che ben si integra con quello degli altri tesori agroalimentari lombardi.

Leggi Anche
Scrivi un commento