Coldiretti Cremona sarà in prima linea a “Il BonTà”

Coldiretti Cremona sarà in prima linea a “Il BonTà”

Cremona – Coldiretti Cremona, con le aziende agrituristiche e le imprese agricole del Mercato di Campagna Amica, sarà in prima linea a “Il
BonTà”
, il Salone delle eccellenze enogastronomiche che si terrà a Cremona, in Fiera, dal 13 al 16 novembre.

L’ampio stand giallo di Campagna Amica e Terranostra Cremona accoglierà una serie di postazioni affidate alle aziende del territorio, che coglieranno questa ulteriore occasione per far
conoscere (e assaggiare) ai visitatori i preziosi frutti dell’agricoltura Made in Cremona. Tra i protagonisti della kermesse vi sarà anche l’Associazione Produttori Apistici che, nel
pomeriggio di sabato, darà vita alle premiazioni del ‘Concorso mieli cremonesi’.

“Quasi un euro su quattro del bilancio familiare si spende per la tavola, con gli acquisti di alimentari e bevande che ammontano complessivamente a 215 miliardi di euro all’anno. In questo,
è giusto ribadire che troppo spesso gli agricoltori e i cittadini, il primo e l’ultimo anello della catena, sono in una posizione di debolezza, rispetto ad altri attori della filiera – a
parlare è Assuero Zampini, Direttore di Coldiretti Cremona -. I prezzi degli alimenti aumentano dal campo alla tavola in media di 5 volte. Per Coldiretti è assolutamente
necessario intervenire, interrompendo un trend che impoverisce cittadini e imprese agricole in un difficile momento di crisi economica”.

“Il progetto della Coldiretti per una filiera agricola tutta italiana punta a tagliare le intermediazioni e le distorsioni nel passaggio dal campo alla tavola – prosegue Zampini -. La nostra
partecipazione al BonTà di Cremona sarà una ulteriore occasione per presentare ai cittadini-consumatori i nostri prodotti, le nostre imprese agricole, le nostre facce, e il nostro
progetto per il Paese”.

Le cause della moltiplicazione dei prezzi dal campo alla tavola sono da imputare, per 6 italiani su dieci, a tutti i passaggi intermedi, ma una percentuale elevata di consumatori accusa anche i
ricarichi eccessivi applicati dalla distribuzione commerciale e le speculazioni, secondo un’indagine Coldiretti/Swg svolta nell’ottobre 2009. Secondo l’indagine per il 47 per cento degli
italiani la soluzione migliore da adottare per contenere questa moltiplicazione è incentivare gli acquisti diretti dal produttore agricolo o nei farmers market, mentre il 38 per cento
ritiene che occorra promuovere la presenza di prodotti locali e di stagione sugli scaffali di negozi e supermercati.

“Il nostro progetto punta ad offrire prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori e al giusto prezzo – sottolinea Coldiretti Cremona -. Questi prodotti saranno
offerti tramite la più estesa rete commerciale nazionale che coinvolge i mercati di campagna amica, i punti di vendita delle cooperative, i consorzi agrari, gli agriturismo e le aziende
agricole, ma interesserà anche la rete della ristorazione a km zero e la distribuzione che intenderà partecipare”.

In questo solco si colloca la realizzazione di “Territorio e Tradizione in tavola…a km 0”, la guida – a cura di Coldiretti, Terranostra Cremona e Campagna Amica – interamente dedicata agli
agriturismo, alle aziende impegnate nella vendita diretta, ai ‘mercati di Campagna Amica’, ai distributori di latte e alle fattorie didattiche del territorio. La pubblicazione, alla terza
edizione, verrà gratuitamente distribuita allo stand Coldiretti presso Il BonTà. Si tratta di uno strumento utile e puntuale: raccoglie indirizzi, numeri telefonici, servizi e
prodotti proposti dalle tante imprese agricole che hanno condiviso la scelta di rivolgersi direttamente ai cittadini-consumatori.

                               

codiretti.it

Leggi Anche
Scrivi un commento