L’olio extravergine di oliva difende dall’osteoporosi

L’olio extravergine di oliva difende dall’osteoporosi

Consumare olio extravergine offre un’arma in più contro l’osteoporosi: il condimento offre infatti una sostanza che stimola le cellule creatrici delle ossa.

Questo il riassunto di una ricerca dell’Università di Cordoba (Spagna), diretta dal dottor Santiago-Mora e pubblicata su “Osteoporosis International”.

Ricerche precedenti avevano evidenziato come la dieta mediterranea fosse in grado di ridurre la frequenza dell’osteoporosi. Il dottor Santiago-Mora ed i suoi colleghi hanno così
approfondito la questione. Essi hanno selezionato polifenoli ed oleuropeina, potenziali alleati delle ossa, mettendoli alla prova con gli osteoblasti, fabbriche di tali organi.

A tale scopo sono stati eseguiti test in vitro su cellule staminali del midollo osso, trattate con diverse concentrazioni di oleuropeina. La seguente osservazione ha permesso di scoprire come
tale sostanza provocasse un aumento nella differenziazione degli osteoblasti e una riduzione nella differenziazione degli adipociti, le cellule dove viene immagazzinato il grasso. In
più, i ricercatori sostengono come l’applicazione di oleuropeina abbia influenzato direttamente l’espressione dei geni che regolano la produzione di osteoblasti.

In ogni caso, il dottor Santiago-Mora ribadisce il messaggio: “I nostri dati suggeriscono che l’oleuropeina, molto abbondante nei prodotti dell’olivo, inclusi nella dieta mediterranea
tradizionale, potrebbe prevenire la perdita ossea connesse con l’età e l’osteoporosi”.

Fonte: R. Santiago-Mora, A. Casado-Díaz, M. D. De Castro and J. M. Quesada-Gómez, “Oleuropein enhances osteoblastogenesis and inhibits adipogenesis: the effect on
differentiation in stem cells derived from bone marrow”, Osteoporosis International Online First™, 21 May 2010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento