Nutrimento & nutriMENTE

L’Happy Hour salva linea

L’Happy Hour salva linea

By Redazione

Stop alla paura di attentati alla linea nell’ora dell’aperitivo. Il Dottor Salvatore Ripa, dietologo ed endocrinologo a Roma e Milano, insegna come si può partecipare all’happy hour senza
perdere i risultati tanto faticati della dieta. E’ vero, durante l’aperitivo il rischio di assumere molte calorie è elevato e i motivi sono molteplici: l’appetito che si crea quando ci si
avvicina all’ora di cena, la compagnia che spinge a sorseggiare drink non sempre dietetici, il magnetismo di stizzichini, patatine, arachidi che richiamano la nostra attenzione dal bancone.

Ecco allora i consigli dell’esperto per non rinunciare all’aperitivo e allo stesso tempo non perdere l’attenzione alla
propria alimentazione
:

La prima regola è quella di non arrivare affamati all’aperitivo: meglio prevenire l’assalto al buffet spezzando la fame a metà pomeriggio con uno yogurt magro alla frutta o the con
biscotti o con un frutto di stagione.

Scegliere bevande a basso contenuto calorico, i superalcolici sono sconsigliati proprio perchè ipercalorici.

Evitare, rinunciando a patatine, pizzette e noccioline, di assumere carote e cetrioli, magari insaporendoli con
maionese o altre salse ricche di grassi (e di calorie).

Alcuni alimenti sono pericolosi per l’alto indice glicemico (è un valore che serve a misurare la velocità di assimilazione degli zuccheri da parte dell’organismo), di conseguenza
vanno evitati perchè tendono a venire
assorbiti sotto forma di grassi: carote, anguria, pizza vanno quindi sostituite con cibi che contengono meno zuccheri.

E’ bene sapere che assumere tante verdure crude a stomaco vuoto rende più fragile la nostra flora intestinale
e di conseguenza si possono verificare stati di gonfiori e alterazioni del sistema immunitario.

Cosa è meglio scegliere?

Sicuramente tutte le verdure grigliate, pesce crudo (salmone, gamberetti, sushi) carni bianche grigliate (bocconcini di pollo, tacchino). Per chi non vuole correre rischi, il Dott. Salvatore Ripa
consiglia di organizzare un pre dinner in cui gli stuzzichini siano preparati da noi stessi in linea agli accorgimenti che accompagnano la dieta.

Via libera a saporiti spiedini a base di ravanelli, gamberetti, formaggio magro, pollo; le salse ipercaloriche
si possono sostituire con condimenti più light come ad esempio l’origano o l’aceto balsamico.

Diet Cocktails

Si tratta di drinks ipocalorici ma gustosi e dissetanti. Le dosi sono per un preparato per 4 persone

SMOOTHIES

Bevanda a base di frutta e verdura a scelta in base ai gusti di chi la consuma. Si presenta come un colorato frullato di ortaggi e frutta dalla densità morbida e cremosa. Si ottiene
semplicemente frullando gli ingredienti preferiti con ghiaccio tritato. Il tutto può essere insaporito con profumato basilico o coriandolo.

Gli smoothies reggono il confronto con gli analcolici alla frutta da aperitivo e garantiscono un apporto calorico
inferiore. Utilizzando più verdure e meno frutta si diminuiscono ulteriormente le calorie assunte con la bevanda. Se consideriamo che un aperitivo alcoolico può raggiungere e
superare anche le 300 calorie, ecco che gli
smoothies rappresentano davvero un’ottima e gustosa alternativa che ha anche il pregio di non incidere
negativamente sul peso.

FRUIT’S DRINKS

Unire il succo d’arancia, succo d’ananas, succo di mandarino, succo di carota (300 ml), 2 cucchiaini di miele e ghiaccio tritato.

Mescolare 400 ml di succo di pompelmo con 300 ml di succo d’ananas, 300 ml di succo di fragola e 300 ml di soda, unire infine ghiaccio tritato.

Un’altra variante si ottiene mischiando 400 ml di succo di pompelmo, 100 ml di succo di limone, 300 ml di succo
d’arancia e 300 ml di soda più ghiaccio tritato.

Oppure un altro gustoso drink si ottiene con 200 ml di succo di fragola, ananas, arancia e pera insieme sempre al ghiaccio tritato.

Questi drinks a base di frutta contengono tante vitamine e tanti sali minerali: le vitamine del gruppo B sono utili per mantenere sana ed elastica la pelle, per una buona visione, per la salute
del sistema nervoso e dell’apparato
gastro-intestinale; la vitamina C è utile in mille situazioni diverse, dalla prevenzione delle malattie infettive alla riparazione delle ferite, ha una spiccata azione anti-ossidante
contro i radicali liberi ed è utilissima per mantenere bella e sana la pelle; la vitamina E mantiene fluido il sangue, è un potente anti-ossidante e favorisce la fertilità;la
vitamina K favorisce una corretta coagulazione del sangue prevenendo le emorragie. Quindi, utilizzando questi succhi di frutta non solo si evitano gli aperitivi ipercalorici, ma si fa una sorta
di “vitaminoterapia”, assumendo un concentrato di sostanze utili a mantenere al meglio la nostra salute. Per di pù, il loro contenuto di sali minerali favorisce lo svolgersi di importanti
reazioni metaboliche, mentre il contenuto di
zuccheri semplici li rende utili sia per chi svolge uno sforzo fisico (sono adatti ad esempio per chi sta per andare
in palestra), sia per chi svolge un lavoro di tipo intellettuale.

PROSECCO E FRUTTA

Succo d’arancia, pompelmo e pesca (300 ml per elemento) e 300 ml di prosecco, aggiungere ghiaccio tritato. Il risultato è un delicato drink con 80-100 calorie, basato sulla frutta, quindi
gustoso e ricco di sostanze utili per
l’organismo, ma con un leggero tocco alcolico in grado di dare alla bevanda un sapore particolare.

CAMPARI DRINK

300 ml di Campari soda, 700 ml di succo d’arancia e infine qualche cubetto di ghiaccio. Semplice, dissetante e dal basso tenore alcolico. In questo caso al succo d’arancia, già ricco di
tante vitamine e sali minerali, si aggiunge il famoso aperitivo a moderata gradazione alcolica contenuto nella bottiglietta conica disegnata negli anni trenta dal futurista Fortunato Depero. Il
risultato di tutto ciò sarà un aperitivo alla frutta su cui domina però il gusto deciso del Campari.

APERITIVO AL GIN

200 ml di gin, 200 ml di succo di limone, 100 ml di sciroppo di zucchero, 500 ml di soda. Mescolare il tutto e aggiungere il ghiaccio. Il gin è un liquore forte ottenuto dalla
distillazione di grano, frumento ed orzo in cui vengono messe a macerare bacche di ginepro; sono queste a dare al distillato il tipico profumo e sapore che rappresenta quindi anche il carattere
distintivo dell’aperitivo. Per compensare l’alto valore calorico del gin e dello zucchero, la piccola quantità di liquore è diluita in succo di limone e soda. Il limone viene
considerato un frutto utilissimo per tutti i preziosi principi attivi di cui è costituito: l’acido citrico e i suoi sali sono dei naturali regolatori dell’acidità; il gruppo delle
vitamine B è importante per il mantenimento dell’equilibrio nervoso, per la nutrizione e per l’elasticità della pelle; la vitamina A è importante per mantenere i tessuti
giovani: la vitamina C (100 g. di limone ne contengono 40-50 mg) è una vitamina utilissima per le sue molteplici funzioni, è un antiossidante fondamentale contro i radicali liberi e
agisce regolando le ghiandole endocrine; la vitamina PP protegge i vasi. Anche in questo caso, quindi, utilizzando questi succhi di frutta non solo si evitano gli aperitivi ipercalorici, ma si fa
quella “vitaminoterapia” di cui si trattava sopra, assumendo un concentrato di sostanze utili a mantenerci al meglio.

APERITIVO AL RHUM

Tagliare a fettine 4 lime e disporli in una caraffa con 100 ml di sciroppo di menta, un cucchiaio di zucchero di
canna, 200 ml di rhum, 200 ml di succo di mango e abbondante ghiaccio tritato. Il rhum dà all’aperitivo un sapore molto deciso, ma il contenuto calorico è davvero limitato. Il lime
è un frutto gustoso ricchissimo di vitamina C. Il succo del mango è ottimo, dolce e succoso, ha un sapore composito, come avere in bocca pesca, arancio e ananas tutti insieme; le
qualità migliori di questo frutto sono tuttavia le sue proprietà nutrizionali. Infatti, mezzo mango assicura infatti il 40% della vitamina A cui abbiamo bisogno ogni giorno, e il
15% della vitamina C.

APERITIVO AL POMODORO

Mescolare in una brocca 800 ml di succo di pomodoro, succo d’arancia e limone, 4 gocce di tabasco e 4 di salsa
Worcester. Rifinire con una spruzzata di pepe e qualche cubetto di ghiaccio. Il pomodoro è un alimento povero di calorie (solo 17 kcal/100 g), ma ricco di sostanze antiossidanti importanti
per la salute, come il licopene, il beta-carotene (vitamina A) e la vitamina C. Contiene in discreta quantità il potassio, utile nella trasmissione
nervosa, nella regolazione dell’equilibrio acido-base e del bilancio idrico-salino.

BELLINI DIETETICO

Tagliare a cubetti una pesca bianca e immergerla in 500 ml di succo di pesca e 500 ml di prosecco, aggiungere un pizzico di granatina e il ghiaccio tritato. Quello classico è stato
inventato intorno agli anni quaranta da Giuseppe Cipriani, capo barista dell’Harry’s Bar. Lo chiamò in questo modo a causa del suo colore rosato, che ricordò a Cipriani il colore
della toga di un santo in un dipinto del pittore Giovanni Bellini.

MIMOSA DIETETICO

Spremere 6 arance e mescolare insieme a 100 ml di Aperol, 500 ml di Brut Franciacorta e 5 cubetti di ghiaccio. Non si sa con certezza chi abbia inventato il cocktail originale, che prende il nome
dal suo particolare colore che ricorda i fiori della pianta di mimosa.

Le versioni light dei due cocktails permettono di gustare dei drink che non perdono il sapore degli originali, ma
contengono tante calorie in meno.

Dott. Salvatore Ripa
Specialista in Endocrinologia e Scienza dell’Alimentazione.
Medico estetico, omotossicologo.

Lo studio del Dott. Ripa è a Roma, in Via Po n°43 e a Milano, in Via Turati n.3.
Numero telefonico: 06.8546702 Fax. 06/454301
Sito Internet: https://www.hugedomains.com/domain_profile.cfm?d=studiomedicoripa&e=com
e-mail: info@studiomedicoripa.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: