Legambiente: “Il premier vuole trasformare le scuole e le università in una nuova zona rossa?”

 

“Berlusconi vuole imporre all’Italia una nuova zona rossa, che ha già provocato danni gravi al Paese 7 anni fa”.

Così Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, ha commentato le dichiarazioni del presidente del Consiglio che ieri ha annunciato l’intervento delle forze
dell’ordine contro le occupazioni studentesche.

“Dopo la militarizzazione delle discariche e dei siti nucleari – ha detto Cogliati Dezza – il premier intende applicare i suoi metodi d’imposizione anche alle
istituzioni scolastiche, piuttosto che ascoltare le ragioni del malessere. Nonostante quanto dichiarato a luglio nel piano programmatico dal Ministro Gelmini sulla necessità di
un percorso di cambiamento condiviso si procede invece a colpi di decreto, ma non è questa la strada per un paese democratico come l’Italia. Di fronte alle esigenze, emerse
anche dal recente dibattito sui cambiamenti climatici in Europa, di avere ‘più ricerca, innovazione e conoscenza’ infatti si sta facendo di tutto per trasformare
l’Italia in un Paese più ignorante e meno libero”.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento