FREE REAL TIME DAILY NEWS

Le novità sulle ispezioni per la sicurezza sul lavoro e sulla sospensione lavori

By Redazione

L’Inail, con nota prot. 860 del 16 novembre 2007, ha aderito alle disposizioni in materia sicurezza nei luoghi di lavoro previste dall’art. 5 della legge 3 agosto 2007, n. 123 che, tra l’altro,
ha esteso a tutti i settori le misure già in vigore per il settore dell’edilizia ed ha integrato la normativa in tema di vigilanza e lotta al sommerso.
Già con la nota del 12 settembre scorso, l’Inail aveva fornito istruzioni in merito ai provvedimenti di sospensione di un’attività imprenditoriale e all’obbligo, a decorrere dal
primo settembre 2007, della tessera di riconoscimento nell’ambito di tutti gli appalti o subappalti, ma erano poi stati sollevati alcuni dubbi interpretativi cui il Ministero del Lavoro ha
risposto con la circolare n. 24 del 14 novembre scorso.

Sul provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale
Le novità riguardano:
– il presupposto delle “gravi e reiterate violazioni”, che rafforza l’efficacia dell’interdizione per le aziende in cui è forte l’incidenza degli infortuni e che presentano particolari
condizioni di rischio;
– la nozione di ” attività imprenditoriale”, in cui è ricompreso il settore edile, che si caratterizza per l’esigenza di innalzare gli standards di sicurezza;
– il concetto di “discrezionalità” del provvedimento di sospensione quando la sua adozione comporta un’imminente situazione di pericolo per i lavoratori e per terzi; quando
l’interruzione dell’attività imprenditoriale conduce ad un irrimediabile degrado degli impianti e delle attrezzature; quando la sospensione compromette il funzionamento del servizio
pubblico;
– i limiti e interconnessioni di competenze degli ispettori del lavoro e delle aziende sanitarie locali: la circolare precisa che il personale ispettivo del Ministero adotta il provvedimento di
sospensione solo in riferimento al proprio ambito di competenza e dunque al settore delle costruzioni edili o di genio civile, ai lavori in sotterraneo e alle gallerie; ai lavori mediante
cassoni in aria compressa e subacquei, ai lavori in ambito ferroviario e al settore delle radiazioni ionizzanti;
– la natura della “sanzione amministrativa aggiuntiva” prevista per la revoca del provvedimento di sospensione, che qualifica “onere economico accessorio” completamente estraneo al procedimento
ex 689 /81 e non oggetto di recupero coattivo;
– l’individuazione delle “sanzioni amministrative complessivamente irrogate”, che consistono negli importi relativi alle violazioni riportate nel verbale di accertamento indipendentemente dal
fatto che venga adottata la diffida obbligatoria o venga contestato l’illecito amministrativo

Tessera di riconoscimento del personale impegnato in appalti
Le novità riguardano:
– il campo di applicazione della previsione normativa, che circoscrive agli appalti “interni”;
– i dati minimi che la tessera deve contenere: il nome, il cognome, la data di nascita e la fotografia del lavoratore e il nome o la ragione sociale dell’impresa;
– le modalità di tenuta dei registri per le annotazioni alternative alla tessera: il ministero precisa che l’impresa debba istituire un registro per ciascun appalto di opere o servizi,
che esso non possa mai essere rimosso dal luogo di lavoro e che le annotazioni su esso debbano essere effettuate prima dell’inizio dell’attività lavorativa.

INAIL, nota prot. 8680 del 16 novembre 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Ministero del lavoro, circolare n. 24 del 14 novembre 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: