Le donne più vulnerabili a stress e depressione

Le donne più vulnerabili a stress e depressione

Le donne sono più vulnerabili degli uomini a disturbi come stress e depressione e questo per la presenza elevata di CRH, l’ormone di liberazione della corticotropina.

E’ la conclusione di una ricerca del The Children’s Hospital of Philadelphia, diretta dalla dottoressa Rita Valentino e pubblicata su “”Molecular Psychiatry”.

La squadra della dottoressa Valentino è partita da un dato statistico: le donne sono più soggette a depressione e disturbi da stress dell’altro sesso.

Allora, gli scienziati hanno lavorato con topi da laboratorio, sia maschi che femmine: come spiegano gli esperti, tale dualismo è degno degno di nota, perché gli esperimenti
tendono ad usare quasi esclusivamente esemplari maschi.

In ogni caso, gli animali sono stati sottoposti a stress ( tramite sessione di nuoto forzata) e poi ad analisi. E’ stato allora evidente come il cervello delle femmine fosse più
sensibile all’azione dell’ormone CRH e al fattore di di liberazione della corticotropina (CRT), entrambi regolatori della risposta dell’organismo allo stress.

Spiega così la dottoressa Valentino: “Sebbene ulteriori ricerche sono certamente necessarie per determinare se ciò si può tradurre per gli esseri umani, questo potrebbe
contribuire a spiegare perché le donne sono due volte più vulnerabili degli uomini ai disturbi legati allo stress”.

Infatti, come fa notare la scienziata, il problema stress è causata da numerosi fattori, non del tutto chiariti: perciò, la questione è lungi dall’essere conclusa.

Fonte: D A Bangasser, A Curtis, B A S Reyes, T T Bethea, I Parastatidis, H Ischiropoulos, E J Van Bockstaele, R J Valentino, “Sex differences in corticotropin-releasing factor receptor signaling and trafficking: potential role in female vulnerability to stress-related psychopathology”,
Molecular Psychiatry 15 June 2010, doi:10.1038/mp.2010.66

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento