Le creme anti invecchiamento favoriscono il cancro

Le creme anti invecchiamento favoriscono il cancro

Per le donne essere belle non è mai facile, ma oggi potrebbe essere mortale. Le creme antinvecchiamento, usate per tutelare la pelle, provocano il cancro.

A lanciare l’accusa, la Cancer Prevention Coalition, diretta dal dottor Sam Epstein.

Il dottor Epstein spiega come le creme anti-age intaccano lo strato protettivo della pelle, rendenodola più vulnerabile all’azione di raggi solari o sostanze tossiche (tra le prime cause
del melanoma, il tumore della pelle). Inoltre tali creme contengono alfa-idrossiacidi (AHA o Alfaidrossiacidi) che, nonostante siano in grado di curare gli inestetismi della cute, risultano
velenose per l’organismo.

In più, agli AHA alcuni prodotti aggiungono il limonene, amico della pelle giovane ma irritante ed in grado di favorire il cancro.

Tale idee non sono un’esclusiva di Epstein: negli Stati Uniti, la FDA (Food and Drug Administration) ha avvertito i consumatori che i prodotti a base di AHA possono distruggere gli strati
superiori della pelle causando ustioni gravi, dolori e gonfiori.
Alcuni premono affinché tali avvisi diventino più efficaci, per esempio inserendo avvertenze (come quelle dei pacchetti di sigarette) sulle etichette delle creme anti età.

In conclusione i dermatologi ricordano come ogni cosa che viene spalmato sulla pelle ne modifica la composizione.
Quindi, cautela con oli e creme (se non per scopi prettamente medicinali).

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento