Le bibite gassate dietetiche fanno crescere il rischio ictus ed infarto

Le bibite gassate dietetiche fanno crescere il rischio ictus ed infarto

Spesso, le bibite gassate dietetiche sono considerate un compromesso, che unisce il piacere delle bollicine frizzanti alla salute del senza zucchero.

Tuttavia, tali bevande sembrano responsabili di un aumento dei rischi d’infarto ed ictus.

E’ quanto ipotizza una ricerca dell’Università di Miami (sezione Scuola di Medicina Miller), diretta dalla dottoressa Hannah Gardener e presentata alla American Heart Association
International Stroke Conference di Los Angeles (8-11 febbraio 2011).

Il gruppo diretto dalla Gardener ha preso in esame 2564 volontari (residenti a Manhattan), tenendo conto di alimentazione ed eventuali problemi di salute. In un primo momento è
così emerso come chi consumava bibite gassate dietetiche ogni giorno aveva il 61% in più di essere vittima di problemi cardiovascolari rispetto a chi non le consumava.

Gli scienziati hanno scremato tale dato, eliminando dal campione i malati con alle spalle episodi di malattie cardiache, vascolari periferiche e sindrome metabolica. Risultato, il malus portato
dalle bevande gassate dietetiche scendeva al 48%.

La dottoressa Gardener prende tempo, facendo notare come sono necessari esami di approfondimento. Tuttavia, “Se i nostri risultati saranno confermati da studi futuri, allora questo suggerisce
che le bibite dietetiche non possono essere il sostituto ottimale delle bevande zuccherate”.

FONTE: “Fizzy diet drinks ‘lead to greater risk of heart attacks and strokes'”, Mail Online, 10/02/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento