La Svizzera e i suoi Formaggi al ristorante Jim – Hotel Sassella

La Svizzera e i suoi Formaggi al ristorante Jim – Hotel Sassella

 

La Svizzera e i suoi Formaggi al ristorante Jim – Hotel Sassella

Grosio (SO), dall’11 gennaio al 6 febbraio 2017, diventa la capitale dei formaggi svizzeri, una scelta completa della produzione casearia rossocrociata
LA SVIZZERA NEL PIATTO
GROSIO (Sondrio), dall’11 gennaio al 6 febbraio 2017, diventa la capitale dei formaggi svizzeri.  Solo Jim Pini del  ristorante Hotel Sassella poteva consegnare agli enogastronomadi e gourmet una scelta completa della produzione casearia rossocrociata.
formaggi_svizzeriNon solo formaggi:  la sala del ristorante, per tutta la durata della rassegna, diventa “svizzera” poiché viene decorata con campanacci,  “halpehorn “ (corni alpini svizzeri) ecc. e per l’enogastronomade curioso, in visione, una documentazione sui formaggi.
Per la raclette una macchina professionale posizionata al centro della sala, quindi a vista (nota: con  la raclette vengono servite le patate novelle con la buccia, cipolline e cetrioli). Accurate selezioni di  Sbrinz, Appenzeller, Tilsiter (rosso e verde), Gruyère dop, Vacherin friburghese, Emmentaller dop, Hobelcase dop, Raclette del Vallese, Tête de Moine dop ecc. sono i protagonisti di antipasti, primi e secondi sfiziosi.
Da notare anche il taglio dei formaggi offerti all’aperitivo eseguito  con appositi strumenti originali: una piccola pialla per lo Sbrinz ed una originale pialla rotonda per la  Tête de Moine; unico formaggio al mondo che si consuma con delicati “petali” ottenuti con la mitica “girolle”, spettacolo visivo e di gusto.
hotel-sassella-grosioVini di accostamento: due bianchi valtellinesi: Ca Brione della Nino Negri, La Contea del Triacca, e un Riesling Praepositus di Dall’Abbazia di Novacella (Alto Adige). La carta propone anche un menù fisso  a euro venticinque (bevande escluse) per una  cena  che verte sulla produzione casearia svizzera, ma si può anche cenare con la ricca e tradizionale carta delle vivande valtellinesi e non,  che lo chef propone.
E Jim vi offre all’ aperitivo lo Sbrinz e la Tète de Moine. Un viaggio tra i formaggi svizzeri, unico nella sua originalità e completezza, il tutto supportato da un servizio effervescente e professionale.  A Grosio,  da Jim,  a pranzo e cena

Hotel SASSELLA, Ristorante JIM
Grosio (SO)  Telefono 0342 847.272
Email: jim@hotelsassella.it

Gradita la prenotazione
Attilio Scotti

https://www.girolle.ch/it/

La Girolle® è un ingegnoso strumento che serve a raschiare la «Tête de Moine», dandogli la forma di magnifici fiori di formaggio detti «Girolle». Questo attraente utensile è stato inventato nel 1982 da Nicolas Crevoisier a Lajoux (Giura svizzero). Da allora, più di 2 milioni di famiglie e ristoranti sono stati sedotti da questa piccola meraviglia.

La Girolle®, ambasciatrice della gastronomia del Giura, si degusta alla fine di un buon pasto, preferibilmente in compagnia degli amici. Una soluzione azzeccata per tutti coloro che desiderano conferire un tocco di originalità alla presentazione dei formaggi.

 

Attilio Scotti
per Newsfood.com

===============================================

attilio-scottiAttilio dr. Scotti
Giornalista professionista
tess. 11168 Ass. Indipendente Giornalisti Svizzeri
Food & Wine Consultant, Pubbliche relazioni
Eventi enogastronomici
Membre de la Presse Ass.Suisse
des Sommelier Professionels

CH.6877 Coldrerio- Canton Ticino: PO box 88
Telefoni: ++91.646.86.33 –  Mobile ++79.886.39.67
e-mail: attilioscotti@bluewin.ch

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento