La Comunità Montana premia il Pennar per gli 80 anni di attività

Ottant’anni compiuti, e portati così bene da meritare la medaglia. Anzi, il vassoio d’argento: con un «blitz» inatteso martedì scorso il presidente della
Comunità Montana «Spettabile Reggenza dei Sette Comuni», Giancarlo Bortoli, ha fatto visita ai soci del Caseificio Pennar di Asiago, riuniti nella periodica assemblea del
Consiglio di Amministrazione. Bortoli ha riconosciuto l’alto valore sociale ed economico per l’Altopiano dell’attività della società, di cui è recentemente ricorso
l’ottuagenario, e durante la visita ha donato al caseificio un vassoio d’argento finemente lavorato con incisa la frase «Buon Compleanno Pennar».

Il Caseificio Pennar ha iniziato a collezionare medaglie e riconoscimenti sin dagli albori della propria storia. «Già nel 1930» spiega infatti il presidente Antonio Bortoli
«il Pennar veniva premiato a Parigi con la medaglia d’oro all’esposizione internazionale «Du Bien Etre», per il nostro Asiago Fresco. Allora era una produzione nuova, ma il
nostro caseificio con una scelta coraggiosa impostò subito la propria produzione su di esso». Da allora, l’elenco dei premi e dei primi posti raggiunti nei concorsi internazionali
dalla cooperativa agricola asiaghese è lunghissimo: gli ultimi, prestigiosi premi il Pennar li ha ottenuti appena pochi mesi fa, il 27 e 28 ottobre con la rassegna Caseus Veneti e con
l’Olimpiade dei formaggi di montagna di Oberstdorf. Nella prima ha conseguito 4 medaglie d’oro e due d’argento con i propri formaggi, nella seconda ha conquistato l’oro olimpico con il
«Gran Pennar» di montagna. Nelle precedenti olimpiadi il caseificio aveva ottenuto l’oro con l’Asiago Stravecchio DOP, l’Asiago Fresco DOP e con il Pennarone. Considerato tutto
questo, il presidente della Comunità Montana ha deciso di dare un riconoscimento all’attività: «Un regalo inatteso, e molto gradito». «L’operosità del
caseificio tiene alto il buon nome della produzione agroalimentare altopianese ed è elemento importante per l’economia delle aziende dei soci e per i posti di lavoro che
rappresenta», ha sottolineato il presidente di Confcooperative Vicenza, Alberto Chiodi.

Lo stesso Giancarlo Bortoli, che nella visita è stato accompagnato dall’assessore all’Agricoltura della Comunità Montana Giampaolo Rigoni (Camplan), ha spiegato che «Con
questo dono abbiamo voluto ringraziare i soci per il loro lavoro, che esprime in tutto e per tutto i valori del territorio dei Sette Comuni. Essendo lavoro agricolo e nei prati, presenta
continui risvolti positivi in termini di manutenzione e conservazione dell’ambiente naturale del territorio dell’Altopiano».
Il Caseificio Pennar conta circa 60 soci e lavora ben 250 ettolitri di latte al giorno, interamente prodotto nell’Altopiano, a cui d’estate si aggiunge anche il latte di quindici malghe del
comprensorio.

Leggi Anche
Scrivi un commento