La Commissione esamina l'utilizzazione del regolamento di esenzione per categoria nel settore delle assicurazioni

La Commissione europea ha lanciato una consultazione pubblica sul funzionamento del regolamento di esenzione per categoria relativo al settore delle assicurazioni, il regolamento di esenzione
per categoria esenta dal divieto di pratiche commerciali restrittive (articolo 81 del trattato CE) determinati accordi di co-operazione tra imprese di assicurazione, compresa la fissazione di
condizioni di assicurazione tipo non vincolanti, lo scambio di informazioni statistiche per il calcolo dei rischi e la creazione di pool assicurativi.

La consultazione pubblica sarà accompagnata da questionari mirati destinati all’industria, alle autorità nazionali responsabili della regolamentazione e della concorrenza ed a
gruppi di consumatori. Lo scopo è determinare in che modo viene utilizzato attualmente il regolamento di esenzione per categoria e quale è il suo impatto sui vari mercati
assicurativi nell’UE. I risultati permetteranno alla Commissione di decidere se rinnovare il regolamento, che arriva a scadenza nel marzo 2010. Le osservazioni possono essere inviate entro il
17 luglio 2008, dopodiché la Commissione redigerà una relazione e farà una valutazione dell’impatto. Qualora decida di rinnovare o di rivedere il regolamento di esenzione
per categoria, la Commissione indirà una consultazione sulla base di un progetto di regolamento. Se non verrà più adottato un regolamento di questo tipo, la Commissione
pubblicherà una comunicazione in tal senso nel 2009.
Il Commissario responsabile della concorrenza, Neelie Kroes, ha dichiarato: «Dobbiamo analizzare in che modo funziona in pratica l’esenzione per categoria nel settore delle assicurazioni
e se esistono sufficienti motivi per rinnovarla. I regolamenti in materia di concorrenza per settori specifici sono strumenti giuridici eccezionali. Se devono esistere norme speciali per un
particolare settore, bisogna che io sia convinta che sono giustificate in termini di benefici reali per la concorrenza e per i consumatori.».

Scopo del documento di consultazione
Il documento di consultazione illustra le osservazioni ricevute dalla Commissione in merito al regolamento di esenzione per categoria durante la recente indagine nel settore delle assicurazioni
per le imprese e la recente consultazione delle autorità nazionali garanti della concorrenza, nonché le attuali considerazioni della Commissione e le esperienze acquisite in casi
specifici. Esso pone inoltre una serie di questioni, sia di carattere generale che relative alle singole esenzioni concesse in base al regolamento di esenzione. La Commissione è
specificamente interessata ad accertare:

? se il regolamento di esenzione per categoria viene utilizzato, in quali casi e per quali motivi
? se i rischi commerciali o altre questioni relative al settore assicurativo lo rendono speciale e diverso da altri settori (che non hanno un regolamento di esenzione per categoria) e
? se il regolamento di esenzione per categoria determina effetti anti-concorrenziali che danneggiano i consumatori, quali prezzi più elevati o minore offerta di determinati prodotti
assicurativi.

Un altro punto che verrà valutato è se il funzionamento del settore assicurativo in mancanza di un regolamento di esenzione per categoria determini maggiori oneri per le
autorità di vigilanza e per l’applicazione delle norme in materia di concorrenza.

Il regolamento di esenzione per categoria
Le norme comunitarie in materia di concorrenza prevedono che siano le imprese stesse a valutare se i loro accordi sono compatibili con il divieto di pratiche commerciali restrittive sancito dal
trattato CE (articolo 81). Il regolamento di esenzione per categoria esenta talune categorie di accordi dal divieto dell’articolo 81 e garantisce una «zona di sicurezza» per le
imprese. Un’esenzione generale di questo tipo deve essere valutata ad intervalli regolari, in modo di stabilire se continuano a sussistere le condizioni che l’avevano originariamente
giustificata. L’ultimo rinnovo del regolamento di esenzione per categoria in questione risale al 2003.

L’indagine nel settore delle assicurazioni per le imprese
Nel corso della sua indagine settoriale la Commissione ha ricevuto un considerevole numero di osservazioni sul regolamento di esenzione per categoria. Molte risposte non distinguevano tuttavia
tra la necessità delle forme di collaborazione soggette al regolamento e la necessità del regolamento stesso. Non è stato inoltre riconosciuto (ma andrebbe notato) che la
scadenza del regolamento non renderebbe automaticamente illegali le categorie di accordi attualmente esentate in forza del regolamento. In assenza di un regolamento di esenzione per categoria,
le imprese dovrebbe valutare i propri accordi in base all’articolo 81 anziché in base alle disposizioni di un tale regolamento. Nella sua relazione finale sull’indagine settoriale (vedi
IP/07/1390 e MEMO/07/382) la Commissione ha concluso che, in questa fase, non vi erano validi motivi per rinnovare il regolamento, incoraggiando tuttavia i partecipanti al mercato a proseguire
la loro riflessione in materia.

Il documento di consultazione è pubblicato nel sito web della Commissione

Leggi Anche
Scrivi un commento