Ispra: “Bene l’intesa per la soluzione della vertenza dei ricercatori precari”

Ispra: “Bene l’intesa per la soluzione della vertenza dei ricercatori precari”

Roma – L’Ente Nazionale Protezione Animali esprime soddisfazione per la soluzione della vertenza che ha interessato i ricercatori dell’Ispra, spingendoli
a manifestare sul tetto dell’istituto per difendere l’ambiente e il loro diritto al lavoro.

 

L’Enpa si augura che l’accordo sia solo il primo passo in direzione di un più concreto impegno del nostro Paese sul fronte della ricerca scientifica e della tutela dei preziosi e
delicati ecosistemi. “Plaudiamo all’intesa raggiunta da istituzioni e lavoratori precari dell’Ispra – dichiara Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’Enpa -, grazie alla quale si chiude una
vertenza che durava ormai da troppo tempo”. “Il 2010 – prosegue Ferri – è l’anno della biodiversità e, purtroppo, come dimostrato appunto dal caso Ispra, dobbiamo constatare che
l’Italia investe ancora troppo poco su questo versante. Meno dichiarazioni d’intenti e più progetti concreti che tutelino l’ambiente e puntino sulle professionalità del nostro
Paese: è questo ciò di cui abbiamo più bisogno”.

 

“Con l’occasione – conclude il direttore scientifico dell’Enpa – ricordo che, presente anche nella legge nazionale 157/92 sulla tutela della fauna, l’Ispra è l’istituto italiano
scientifico di riferimento sui temi ambientali e che svolge un ruolo insostituibile per lo studio e il monitoraggio delle specie animali; uno strumento fondamentale dunque per il controllo
dello stato di conservazione della biodiversità, molto spesso ignorato anche dalle amministrazioni locali e che, invece, andrebbe valorizzato”.

 

ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali

Redazione Newsfood.com+WebTV – info@newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento