Internet fa mangiar male i bambini

Internet fa mangiar male i bambini

Genitori attenti: ai bambini, Internet pone anche trappole alimentari, spingendoli verso siti pubblicizzanti junk food, gustosi ma poco sani.

Questo è l’avviso di una ricerca del Berkeley Media Studies Group in California (Usa), diretta dalla dottoressa Lori Dorfman e pubblicata “American Journal of Public Health”.

La Dofrman e colleghi hanno scandagliato la rete, dedicandosi con particolare attenzione a 28 siti WEB, dedicati all’alimentazione dei bambini, anche in maniera “sotterranea” (E’ il caso di un
sito dedicato a cartoni animati).

Esaminando i prodotti pubblicizzati, però, gli scienziati hanno osservato come solo 5 su 77 avevano i requisiti per essere consigliati ai bambini.

Inoltre, sottolinea la studiosa, Internet riesce ad influenzare la mente dei giovani più della televisione. Se infatti guardando i programmi TV il piccolo spettatore viene esposto al
marchio dell’azienda per 30 secondi, davanti al PC il tempo di esposizione sale a 20 minuti.

Per questo, Lori Dorfman ed i suoi colleghi invitano mamma e papà a vigilare su cosa viene filtrato dal computer, suggerimenti nutritivi compresi.

LINK alla ricerca

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento