Inps: se il lavoratore in Cig a 0 ore si ammala continua a percepire l’integrazione salariale

Inps: se il lavoratore in Cig a 0 ore si ammala continua a percepire l’integrazione salariale

Il lavoratore che si ammala mentre si trova in Cassa Integrazione a 0 ore continuera’ a percepire la CIG e non l’indennita’ di malattia.
Lo precisa l’INPS con una recente circolare nella quale fornisce chiarimenti sui criteri, derivanti dagli orientamenti giurisprudenziali e dalla legge, sul concorso tra indennita’ di malattia e
integrazioni salariali, siano esse dipendenti da Cassa Integrazione Ordinaria o Straordinaria.
In caso di CIG a 0 ore l’attivita’ lavorativa e’ infatti totalmente sospesa e non vi e’ obbligo di prestazione da parte del lavoratore che non dovra’ nemmeno comunicare lo stato di malattia e
continuera’ a percepire l’integrazione salariale. Per quanto riguarda il lavoratore che si e’ ammalato prima della sospensione dell’attivita’ lavorativa per CIG, si possono verificare due casi:
se la totalita’ del personale dell’ufficio o del reparto cui appartiene ha sospeso l’attivita’, l’interessato percepira’ l’integrazione salariale a partire dall’inizio della CIG; continuera’
invece a percepire l’indennita’ di malattia se non e’ stata sospesa la totalita’ del personale.
L’INPS chiarisce che per quanto riguarda la Cassa Integrazione Straordinaria, e’ la stessa legge a prevedere espressamente che l’integrazione salariale sostituisca, in caso di malattia,
l’indennita’ giornaliera a carico degli Enti previdenziali. Per quanto riguarda invece la Cassa Integrazione Ordinaria, sono state le numerose sentenze della Corte di Cassazione che hanno
ritenuto di poter estendere la stessa regola anche alla CIG ordinaria, vista l’identita’ della funzione tra le due forme di integrazione del salario.

Leggi Anche
Scrivi un commento