Inghilterra, si prepara la strategia contro l’influenza suina

Inghilterra, si prepara la strategia contro l’influenza suina

In Inghilterra, i medici del Dipartimento della Salute mettono a punto la strategia per fermare o quantomeno rallentare l’influenza suina.

Riguardo alla vaccinazione, in cima alla lista ci sono donne in gravidanza, bambini con problemi di salute cronico o altri difetti del sistema immunitario. Corsia prioritaria anche per i
lavoratori della sanità pubblica, del sistema pensionistico e per i dipendenti pubblici che lavorano con persone affette da HIV o sottoposti a trattamento chemioterapico. Tali individui
riceveranno il vaccino entro la fine dell’anno (se non addirittura ad Ottobre), mentre il resto della popolazione verrà immunizzata nel 2010.

L’ annuncio della scala delle priorità e stato dato da Sir Liam Donaldson, Chief Medical Officer for England, a causa dell’ennesimo aggiornamento dei decessi da virus H1N1, saliti a 49.
Al riguardo, Donaldson ha anche sottolineato come il numero di ammalati da influenza A sia in diminuzione. Le statistiche parlano di 25.000 nuovi casi in questa settimana contro i 30.000 dei
sette giorni precedenti. La stessa diminuzione si è verificata nel numero di pazienti ospitalizzati.

Gli esperti fanno notare come sia prevedibile una flessione della pandemia durante il periodo estivo, quando scuole ed università sono chiuse; detto questo, essi ritengono che ci
sarà una risalita nel periodo invernale, quando le influenze riacquistano forza.

Per tale periodo, il Governo spera di aver così raccolto abbastanza dati sui vaccini per sapere se estenderli o no anche alle persone sane.

Fino ad oggi, nei magazzini governativi sono state depositate 300.000 dosi di vaccino e altri 54.6 milioni sono attesi entro Dicembre. Al momento, test sulla sicurezza del prodotto sono attivi
in tutta Europa: l’ EMEA, l’ Agenzia Europea per i Farmaci, si aspetta di poter approvare il farmaco verso fine Settembre-primi di Ottobre.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento