Influenza suina, primo contagio da madre a feto

Influenza suina, primo contagio da madre a feto

L’ influenza suina raggiunge un nuovo, sgradito risultato.

Le autorità della sanità in Thailandia hanno reso noto come una madre, affetta dal virus H1N1 abbia passato l’ infezione al bambino che porta nell’ utero.

Ad oggi, questo è il primo caso mondiale con tali modalità: questo, pur non essendo sintomo di mutazione più pericolosa, è comunque un “Campanello d’allarme per una
maggiore attenzione”, come afferma Giovanni Rezza, capo Dipartimento Malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Il dottor Rezza sottolinea come adesso si tratta di aspettare la reazione del sistema immunitario del feto, anche se è ormai accertato come “Più casi di nuova influenza si
verificano, più diventa probabile che si verifichino anche tipologie di contagio più particolari”.

Detto questo, Rezza smorza la novità della faccenda ricordando come il fatto che la pandemia “potesse presentare problemi per le donne in gravidanza risultava già chiaro, tanto
che sia in Spagna sia negli Stati Uniti si sono verificati casi gravi di malattia”.

Semplicemente, il caso thailandese avverte che le donne in stato interessante devono adottare precauzioni maggiori.

A riguardo, il dottor Rezza consiglia: ” Non frequentare luoghi affollati e fare attenzione alle misure di igiene; in caso di contagio, poi, è da effettuare il trattamento con
antivirali, in attesa che venga predisposto un vaccino giudicato idoneo per questa fascia di donne”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento