Influenza suina, farmaci solo per giovani

Influenza suina, farmaci solo per giovani

Nel caso la diffusione dell’ influenza suina rendesse necessaria una somministrazione di farmaci di massa tale trattamento andrebbe applicato solo ai giovani (gli under 65).

A dirlo, uno studio dei ricercatori Stefano Merler (Bruno Kessler di Trento), Marco Ajelli (Università di Trento) e Caterina Rizzo (Istituto Superiore di Sanità) pubblicato su
“BMC Infectious Diseases”.

I tre scienziati hanno studiato il comportamento di virus influenzali a diverso potenziale (tra cui quello dell’ influenza spagnola del 1918) ed hanno scoperto come, in un numero rilevante di
casi, la somministrazione di farmaci ad anziani non fosse in grado di ridurre in modo significativo la mortalità.

Anzi, l’effetto più probabile era l’ aumento della farmaco resistenza del virus.

E, secondo i tre studiosi, tale modello di comportamento si applicherebbe anche all’ attuale virus H1N1 ed ai nemici chimici, il Relenza ed il Tamiflu.

Afferma infatti Merler: “Sebbene sia troppo presto per prevedere con una certa sicurezza alcune importanti caratteristiche della pandemia influenzale in arrivo, l’uso di antivirali si conferma
essere il più efficace singolo intervento in assenza di vaccini.

Ma richiede una riserva molto ampia di farmaci antivirali.

Il nostro lavoro dimostra che proprio nei paesi in cui la scorta antivirale non è sufficiente per trattare il 25 per cento della popolazione, il livello minimo suggerito dall’OMS,
è possibile ridurre la morbilità e l’eccesso di mortalità stabilendo una priorità nell’uso degli antivirali in base all’età”.

In conclusione, i ricercatori sostengono come nel caso ve ne fosse necessità, gli anti virali anti influenza dovrebbero essere distribuiti in base a stretti criteri anagrafici.

Per quanto “eticamente discutibile” tale strategia sarebbe “l’ uso più efficiente delle terapie stoccate”.

Sopratutto “Per i Paesi in cui la quantità di farmaci stoccati è molto al di sotto del livello suggerito dall’OMS”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento