Influenza aviaria, conferme dagli esperti Coldiretti: “No a psicosi”

Influenza aviaria, conferme dagli esperti Coldiretti: “No a psicosi”

Influenza aviaria: si ai controlli ed alla prudenza, no alla psicosi che danneggia il settore.

A Mordano, azienda della provincia di Bologna, sono state individuate gallie ovaiole positive ad influenza aviaria di tipo A.

A dirlo è il Ministero della Salute,
che specifica come la scoperta derivi dai controlli nelle aziende sottoposte ad esami in seguito al focolaio del comune di Ostellato, provincia di Ferrara. Dopo l’individuazione, i sanitari ASL
hanno applicato “Misure di controllo”: in un raggio di 10 km dalla struttura, gli animali sono stati abbattuti, le strutture sottoposte a misure di pulizia e disinfezione.

Il no alla psicosi ed il sostegno ai controlli viene anche da Coldiretti.

Come spiega l’Associazione, il controllo dell’influenza nasce propria dalle misure, messe in atto per garantire la massima sicurezza, agli addetti ai lavori quanto ai consumatori: sono quindi
presenti “Tutte le misure straordinarie previste dalla normativa sanitaria europea e nazionale per il contenimento dell’infezione, il monitoraggio degli allevamenti e la tutela della salute
pubblica”.

Detto questo, vanno combattuti allarmi basati sul nulla e paure insensate: i casi del passato insegnano come sentimenti del genere possono colpire l’intero settore, con conseguenze per
l’economia e l’occupazione.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento