Scorta per le galline del governatore Lombardo

Scorta per le galline del governatore Lombardo

In Sicilia la polizia effettua un trasferimento sotto scorta. Non è notizia inusuale, ma non si sta parlando di pentiti di mafia o testimoni di un processo eccellente. Ad essere protetti
dalla polizia sono i volatili da cortile dell’ex governatore Raffaele Lombardo.

Dopo le accuse di concorso esterno, il governatore prese una decisione: il 31 luglio si dimise dalla carica, per difendersi meglio dai processi. Dopo tale decisione, il trasloco, da Palermo a
Catania, con il conseguente problema di come trattare diversi animali, piuttosto inusuali.

Le galline sono state spostate: 12 esemplari di razza padovana, più un gallo di rara razza Orpington. A proteggerle, alcuni agenti di polizia.

Non si è invece trasferito Zorro, cavallo arabo dal pelo marrone donato al politico dal Sultano dell’Oman. L’animale è impiegato all’ospedale “Villa delle Ginestre” per
l’ippoterapia ai malati ed ai disabili. A far discutere, il costo di mantenimento, circa 2300 Euro al mese.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento