Influenza A. L’OMS: “Troppa confusione intorno ai vaccini”

Influenza A. L’OMS: “Troppa confusione intorno ai vaccini”

Dubbi oggettivi combinati ad un’informazione carente hanno creato confusione intorno ai vaccini contro l’influenza A.

Questo è quanto affermato da Hande Harmanci, capo del programma globale contro l’influenza A dell’Organizzazione mondiale della Sanità, durante il ” Global Forum on Mass
Gathering”, in corso di svolgimento allo Spallanzani di Roma.

Hamanci spiega come “È bene ricordare che non si tratta di sieri nuovi: i vaccini per l’influenza stagionale sono sul mercato da 60 anni, e ad essere nuovo è solo il sottotipo del
virus H1N1 all’interno del vaccino, che è unico, mentre di solito ci sono tre tipi virali nei sieri stagionali”. Stop anche alle leggende sull’adiuvante letale: “È un prodotto
usato da tempo. Ricevere un vaccino con l’adiuvante può essere un vantaggio: se il virus muta geneticamente ma in maniera non significativa, teoricamente l’adiuvante può
proteggere il paziente”. Idee chiare anche sul potenziale dubbio se usare una o due dosi: “Il vaccino è efficace anche in singola dose, con o senza adiuvante”.

Hamanci consiglia inoltre alle neomamme ed ai neopapà di accettare il vaccino: “La vaccinazione dei genitori dei neonati da 0 a 6 mesi protegge i genitori stessi e i loro piccoli”,
tutelati dal sistema immunitario della madre.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento