Infanzia, Di Renzo: «da Legambiente un riconoscimento prestigioso»

Roma – «Nel progettare, programmare e pianificare le politiche nel mio mandato ho voluto impegnarmi nel rispondere ai bisogni e alle speranze di ogni singola bambina e bambino
della città di Roma, orientando il lavoro nello sviluppo dei valori della democrazia, della socializzazione e del pluralismo, promuovendo quel diritto alla partecipazione che, coniugato
a quello dell’accoglienza, permette al bambino lo sviluppo delle sue potenzialità».

E’ il commento dell’assessore alle Politiche di Promozione della famiglia e dell’infanzia Lia Di Renzo, in occasione dell’annuale ricerca «Ecosistema Bambino 2008» curata da
Legambiente sulle politiche per l’infanzia. «Una amministrazione – continua l’assessore Di Renzo – deve avere il coraggio di mettere in evidenza nei momenti decisionali il mondo
dell’infanzia. Il riconoscimento che Legambiente offre oggi alla città di Roma, collocandola al 3° posto dell’indagine, ci indica che il lavoro svolto negli anni ha dato risultati
efficaci. Il servizio Scuolabus a piedi, le Ludoteche come la Casina di Raffaello a Villa Borghese, Tecno Town a Villa Torlonia, il Consiglio dei Bambini, il Periodico «Il Colosseo»
distribuito nelle scuole a più di 85.000 bambini, il progetto «Città come Scuola», le iniziative di animazione di Clownterapia realizzate presso i reparti pediatrici
degli ospedali, le iniziative di promozione per la libertà del gioco dei bambini nei luoghi pubblici, sono alcune tra le tante attività implementate negli anni, che hanno reso
possibile questo riconoscimento. Infine la Famiglia – conclude l’assessore – non è lontana da queste politiche perché un intervento sull’Infanzia non può prescindere da una
attenta politica di promozione nei confronti dei genitori, ed è in questa sintesi che si è mosso e si muoverà l’Assessorato, grazie anche al sostegno del sindaco Veltroni
che ha sempre guardato con serietà e cura ai progetti realizzati, stimolando gli assessori tutti verso una politica attenta al mondo dell’infanzia.»

Al termine della manifestazione l’assessore ha proposto a Legambiente la costituzione di un tavolo di lavoro con gli assessori delle altre città convenute, per una progettazione
condivisa e di sviluppo orientata a favorire la diffusione delle pratiche promosse su tutto il territorio nazionale.

Leggi Anche
Scrivi un commento