Il succo d’uva aiuta contro i vuoti di memoria

Il succo d’uva aiuta contro i vuoti di memoria

Bere succo d’uva aiuta il cervello, specie a recuperare dai vuoti di memoria.

E’ la tesi di una ricerca dell’Università di Cincinnati, diretta dal professor Robert Krikorian e presentata alla International Polyphenols and Health Conference di Harrogate in Gran
Bretagna.

Krikorian e collaboratori hanno lavorato con un gruppo di 12 pazienti, d’età compresa tra i 75 agli 80 anni e tutti sofferenti di perdite di memoria a breve termine. I soggetti sono
stati divisi in due gruppi: a uno è stato fornito succo di uva, all’altro noto.
Dopo 12 settimane di sperimentazione, gli scienziati hanno notato come il gruppo di bevitori di succo aveva ottenuto risultati migliori nel mantenimento della memoria spaziale, non verbale e a
breve termine. Secondo loro, il merito è degli antiossidanti presenti nella buccia e nel succo stesso.

Conclude il professor Krikorian: “Si tratta di incrementi significativi, che mostrano risultati veramente incoraggianti. Questo studio mostra come la dieta, in particolare una ricca di frutta e
vegetali, può’ aiutare a mantenere una buona memoria, soprattutto per chi ha un’età’ avanzata.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento