Il Soave va alla conquista della Grande Mela

Il Soave va alla conquista della Grande Mela

Entra nel vivo il programma di promozione che il Consorzio di Soave ha posto in essere alla luce degli ultimi sviluppi dettati dalla nuova Organizzazione Comune di Mercato. Se infatti il piano
promozionale approvato prevedeva azioni strategiche mirate sul mercato americano, le iniziative non si sono fatte attendere.

Questa settimana il Consorzio di Soave sarà già attivo su due fronti in contemporanea: a Soave, con una delegazione americana di tour operator e giornalisti di settore e
direttamente a New York per un’anteprima della presentazione della campagna di promozione del Soave negli Stati Uniti di fronte ad un gruppo selezionato e specializzato di giornalisti delle
principali testate della Grande Mela e di settore.

Questo mercoledì 28 ottobre il Consorzio di Soave e Lino Gambaretto, sindaco di Soave, in collaborazione con la Regione Veneto, Promo Veneto, Centro Estero Regione Veneto e
VeronaTuttintorno, alla presenza del vice governatore del Veneto Franco Manzato, riceveranno 360 ospiti tra tour operator, agenti di viaggio, giornalisti di settore, provenienti dagli Stati
Uniti nell’ambito dell’Italy Symposium, un evento, a cadenza annuale, in cui i principali operatori turistici americani specializzati sull’Italia incontrano l’offerta turistica del territorio.

La giornata prevede quattro tour differenti all’interno della denominazione per trasmettere il valore del vino Soave non solo al momento della degustazione ma ancora prima, direttamente in
vigna e nelle cantine dei produttori.

Si tratta di una occasione importante per trasmettere il territorio e i suoi valori, dall’arte alla storia, dalla tradizione alle tipicità dell’enogastronomia per veicolare il concetto
dell’unicità territoriale dell’area del Soave. E’ un importante lavoro fatto in sinergia con l’amministrazione comunale e la Strada del Vino perchè attraverso il gioco di squadra
è possibile operare in maniera efficace per la corretta e completa diffusione dei valori della zona di produzione del Soave. Collante su cui si innesta questa significativa azione di
divulgazione è senza dubbio il paesaggio, fatto di colline molto dolci e ancora incontaminate grazie ad oculate e lungimiranti scelte delle istituzioni locali che hanno da subito colto
l’importanza del paesaggio quale vero e proprio strumento di lavoro oltre che patrimonio di inestimabile valore.

A seguire è prevista una cena di ben venuto a Borgo Rocca Sveva, centro d’eccellenza di Cantina di Soave, alla presenza del presidente della Cantina Attilio Carlesso, durante la quale
verranno serviti piatti a base di prodotti di stagione in abbinamento al vino Soave nelle sue differenti tipologie. Sarà un’occasione importante per trasmettere i valori del territorio
ma soprattutto per far entrare gli operatori americani nel vivo della denominazione, in una stagione – l’autunno – che sa regalare con i suoi colori caldi paesaggi davvero unici e sensazioni
irripetibili.Dall’altra parte dell’oceano, nel vero senso della parola, una delegazione del Consorzio di Soave, guidata da Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio, insieme a Paolo Menapace,
presidente della Strada del Vino Soave, si recherà a New York per presentare il prossimo 2 novembre un’anteprima del programma promozionale del vino Soave per gli Stati Uniti.
All’incontro che avrà luogo nell’elegante Ristorante Centolire di Pino Luongo, a Manhattan, parteciperanno giornalisti selezionati della stampa newyorchese oltre al Console Italiano di
New York, Francesco Maria Talò.

Leggi Anche
Scrivi un commento