Il Soave a Genova incontra la Riviera Ligure

Il Soave a Genova incontra la Riviera Ligure

Molti gli operatori di settore, i giornalisti ed i ristoratori presenti lo scorso mercoledì a Genova per l’evento promozionale voluto dal Consorzio Tutela Vini di Soave, in
collaborazione con Ct Comunicazione e l’Associazione Go Wine, che ha dato il via ad una settimana di valorizzazione e promozione del Soave nei wine bar e nelle enoteche della Riviera
Ligure. 

Il via alla manifestazione è stato dato all’interno del centralissimo Star Hotel President di Genova, dove sono stati messi in assaggi i Grandi Cru del Soave, presentati dai produttori.
I lavori sono stati aperti da una breve tavola rotonda a cui hanno preso parte Arturo Stocchetti, presidente del Consorzio di Soave, Massimo Corrado dell’Associazione Go Wine, il giornalista
Carlo Ravanello ed il critico enogastronomico Virgilio Pronzati.

«Per un lungo periodo – ha evidenziato in un passaggio Pronzati – vino bianco italiano nel mondo è stato sinonimo di Soave. Questo vino, nato dalla garganega, è come un
attore di teatro che brilla per la sua elevata capacità espressiva quando calca il palcoscenico. Oggi il livello qualitativo del Soave è tra i più alti d’Italia. Significa
che sono stati fatti grossi investimenti in termini economici per ottenere la qualità che abbiamo nei nostri calici».

La promozione resta dunque perno portante dell’azione del Consorzio di Soave che, come ha evidenziato il presidente Stocchetti «deve agire su un doppio livello promozionale: quello estero
e quello nazionale. In questa direzione il Consorzio di Soave si sta muovendo con molta attenzione, per assicurare alle aziende occasioni di crescita. La situazione generale non è
infatti delle più semplici, ma grazie alla qualità del Soave come pre-requisito, e ad un vincente rapporto tra quella che è l’identità ed il valore delle nostre
produzioni, siamo in grado di avere importanti chance, sia sul mercato nazionale sia all’estero. In particolare negli Stati Uniti».

Questo evento è stato voluto per introdurre il vino Soave all’interno dei circuiti delle enoteche, dei wine bar e dei ristoranti della Riviera Ligure. Il Soave resterà in assaggio
per tutta la settimana nei  migliori wine bar di Genova per far conoscere questa perla enologica nata sulle colline di Verona.

Tutti coloro che chiederanno un calice di Soave nei locali aderenti all’iniziativa riceveranno un buono degustazione per un altro assaggio.

Sono molti gli spazi che un vino come il Soave è in grado di ritagliarsi in una zona come Genova e la Riviera Ligure. Ottimo come aperitivo, il Soave si sposa perfettamente con la
focaccia genovese, per non parlare del pesce nelle sue varie tipologie e cotture, come il branzino, l’orata o la cernia, cucinate ai ferri, piatti questi ultimi in cui la nota amarognola della
cottura richiede vini bianchi, ma di struttura. Si prosegue poi con la pasta, rigorosamente fresca, per poi procedere coi piatti simbolo della cucina ligure: merita di essere provato il Soave
in abbinamento alla Farinata di ceci, il piatto che un tempo era considerato proprio dei poveri e che poi è stato adottato anche dalle mense dei più ricchi; oppure con il Tian, la
specialità de La Spezia, a base di acciughe, aglio e prezzemolo, cucinata in tegami di coccio

Di seguito le aziende del Soave che hanno messo in assaggio le loro eccellenze:

Sandro De Bruno
Cantina del Castello
Casarotto
Corte Mainente
Dal Cero
Cantina di Soave
Cantina di Monteforte
Marcato Vicentini
Cà Rugate
I Stefanini
Gini
El Vegro
Cantina di Colognola – Sartori
Tenuta Grimani
Montetondo

Leggi Anche
Scrivi un commento