Conto alla rovescia a New York: il Soave al nastro di partenza

Conto alla rovescia a New York: il Soave al nastro di partenza

E’ iniziato il conto alla rovescia per la delegazione del Consorzio di Soave che questo mercoledì è giunta negli Stati Uniti per porre in essere un’anteprima della campagna
promozionale del vino Soave negli USA.

Un conto alla rovescia doppio, che unisce vino, benessere, salute e sport. Il Sistema Soave ampiamente inteso e gli atleti del Gruppo Podistico Val d’Alpone De Megni, che organizzano la
Montefortiana, saranno infatti i protagonisti di una serie di eventi che si svolgeranno nella Grande mela tra domenica e lunedì.

Domenica primo novembrepartirà infatti la  40° Maratona di New York, alla quale prenderà  parte anche un gruppo di atleti capeggiati da Gianluigi Pasetto, segretario
della Montefortiana, la gara podistica che quest’anno celebra il ventennale del gemellaggio con quella della Big Apple. Un anniversario importante che avrà il giusto spazio il giorno
seguente, lunedì 2 novembre, al ristorante Centolire di  Pino Luongo.

In quell’occasione alla presenza del Console Italiano a New York Francesco Maria Talò, il presidente del Consorzio di Soave Arturo Stocchetti, affiancato da Paolo Menapace, presidente
della Strada del Vino Soave, presenterà ai giornalisti presenti su invito al pranzo una anteprima della campagna di promozione che il Consorzio ha posto in essere alla luce degli ultimi
sviluppi derivati dalla nuova Organizzazione Comune di Mercato. Vino, territorio, paesaggio e sport ancora una volta assieme per veicolare un vero e proprio Sistema integrato che grazie ad
azioni sinergiche tra Consorzio di Tutela di Soave, Strada del Vino di Soave, istituzioni locali, Regione e Ministero, è in grado di esportare la corretta e completa immagine non solo
della zona di produzione del Soave ma del Made in Italy in generale. Strategico in questa direzione lo studio affidato ad una delle più affermate agenzie di comunicazione di New York,
specializzata nel settore dell’agroalimentare e del Made in Italy in particolare. La ricerca – voluta per preparare al meglio l’azione promozionale del Consorzio – si pone di cogliere la
percezione del Soave nei consumatori americani e come obbiettivi punta a: creare consapevolezza sul Soave tra i più giovani consumatori di vini; ampliare l’offerta del Soave nei canali
di distribuzione; creare attrazione verso il prodotto.

Previsti due livelli di comunicazione: consumatori ed operatori di settore.

«E’ evidente – sottolinea Arturo Stocchetti – che da adesso in poi il Consorzio, alla luce della riforma OCM, diventa un vero e proprio “attuatore diretto di azioni promozionali” ponendo
in essere azioni mirate di gestione della denominazione e di valorizzazione delle produzioni, in sinergia con le singole imprese. Il Consorzio va incontro ad una forte specializzazione del suo
ruolo, che diventa sempre più indispensabile per garantire efficaci strategie di marketing di prodotto e di territorio, in qualità di catalizzatore strategico all’interno del
Sistema Soave. A tal fine, il mercato americano è molto grande e proprio per questo è indispensabile capire come muoversi per conoscere i consumatori americani, intuire che cosa
desiderino e poterglielo poi offrire».

Leggi Anche
Scrivi un commento