Il fumo nel cinema spinge al fumo i giovani

Il fumo nel cinema spinge al fumo i giovani

Il cinema può nascondere una trappola salutistica: gli spettatori più giovani, vedendo un personaggio amante di sigari, sigarette (come l’ indimenticabile James Bond, interpretato
da Sean Connery) e pipa, possono essere spinti verso il fumo.

A dirlo, una ricerca della Dartmouth Medical School in Canada, diretta dalla dottoressa Susanne Tansk e pubblicata sulla rivista Pediatrics.

Secondo il gruppo di ricerca, le caratteristiche morali del personaggio sono relativamente ininfluenti, anche se gli adolescenti più salutistici sembrano più influenzabili dal
“cattivo”.

La dottoressa Tansk ritiene che “I genitori dovrebbero limitare agli adolescenti la visione e l’accesso ai film per adulti che tendono a contenere più scene di fumo” ma afferma
come la difesa di corrette abitudini di vita va ben oltre il controllo delle pellicole.

Gli Stati che ottengono i migliori risultati nella lotta contro il fumo attuano misure come restrizioni del fumo nei locali, ai programma preventivi e all’innalzamento dei prezzi delle
sigarette.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento