FREE REAL TIME DAILY NEWS

Il coraggio? Si trova nel cervello

Il coraggio? Si trova nel cervello

By Redazione

Gli antichi sbagliavano: il coraggio non si trova nel fegato, ma nel cervello che si attiva quando si affrontano le proprie paure.

Questa l’ipotesi di una ricerca del Weizmann Institute of Science (di Rehovot, Israele) diretta dal professor Yadin Dudai e pubblicata su “Neuron”.

Dudai e compagni hanno preso in esame alcuni volontari. Prima i soggetti sono stati sottoposti a test, per quantificare la loro paura dei serpenti. Poi, sono stati invitati ad afferrare dei
serpenti del grano colle mani, mentre la risonanza magnetica analizzava la loro attività celebrale.

L’apparecchio ha messo in luce come quando i soggetti tentavano di afferrare il serpente (sfidando la paura), si attivava un’area del cervello, la corteccia cingolata subgenuale anteriore
(sgACC).

Tuttavia, il responso poteva essere ambiguo. Se il rettile si avvicinava,i paurosi reagivano sempre con brividi sul corpo. Se invece la creatura si allontanava, la risposta era dubbiosa: tanti
brividi con poca paura, o tanta paura con pochi brividi. In questo caso, ipotizzano gli scienziati, entra in ballo l’elaborazione celebrale: se la paura è troppo forte, la corteccia
cingolata subgenuale anteriore rimane inattiva.

Riguardo alle applicazioni pratiche, il professor Dudai si focalizza sui casi di depressione, ansia o traumi di diverso tipo. Intervenendo sulla corteccia cingolata subgenuale anteriore, il
terapista potrà aiutare il malato a superare le fobie od affrontare situazioni altrimenti insostenibili.

Infatti, conclude Dudai, “Sapere cosa accade quando si prendono decisioni contrarie alle emozioni provate, potrebbe aiutarci a scovare trattamenti su misura per le persone paralizzate dalle
fobie”.

Fonte: Nili U et al, “Fear Thou Not: Activity of Frontal and Temporal Circuits in Moments of Real-Life Courage”, Neuron 2010; 66(6):949-62.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: