Il Comune di Torino si fa garante per i mutui stipulati da giovani lavoratori

Torino – L’Assessorato alla casa della Città di Torino sta predisponendo una delibera attraverso la quale il Comune potrà garantire finanziariamente quei giovani, sotto i
35 anni, che decidano di accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa, nella delibera, che dovrebbe essere approvata nei prossimi mesi, previa autorizzazione della Regione Piemonte,
verranno definiti i contenuti di due bandi: il primo riguardante le banche, il secondo relativo alla selezione dei giovani che potranno accedere al fondo di garanzia.

La garanzia offerta alle banche dall’amministrazione comunale prevede che, qualora l’intestatario del mutuo non fosse più in grado di pagare, il Comune diventi proprietario
dell’appartamento che sarà poi affittato, a prezzi popolari, agli stessi giovani.

«Se il giovane – spiega l’assessore alle Politiche per la casa, Roberto Tricarico – comincerà a non poter più andare incontro alla spesa per il mutuo, noi acquisteremo per
lui il suo alloggio che rientrerà tra quelli che ogni anno entrano nella partita di giro tra alloggi ceduti in vendita agli inquilini e alloggi acquistati per ristabilire le
quote».

Questa iniziativa, prima in Italia, si è avviata in attuazione del Piano Casa approvato all’unanimità dal Consiglio comunale nel 2007.

Non appena approvata la delibera, ne verrà data ampia diffusione.

Leggi Anche
Scrivi un commento