Il Codacons ai commercianti: «abbassate i prezzi del 20%»

La Confcommercio ha reso noto oggi uno studio secondo il quale a marzo si è registrata la crisi di consumi peggiore dall’inizio del 2005, con una contrazione dell’1,7%.

Si tratta di un dato preoccupante che dimostra come, a fronte di un’inflazione galoppante, i consumatori hanno giustamente deciso di ridurre i consumi pur di poter arrivare almeno alla terza
settimana del mese – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Per questo lanciamo oggi un invito alla Confcommercio: proponete ai vostri associati di ridurre i prezzi di almeno il 20%.
Se, infatti, come sostenuto da Confcommercio stessa, ci si trova di fronte ad «una crisi profonda e strutturale della domanda interna», allora, come le leggi di mercato insegnano, i
prezzi devono calare se si vuole ritrovare un nuovo punto di equilibrio del mercato».

«Sarebbe gravissimo se – conclude Rienzi – a fronte di un calo delle vendite, i commercianti si illudessero di poter mantenere i profitti di prima alzando i prezzi. La crisi diventerebbe
ancora peggiore. L’unica via è il rilancio dei consumi, impossibile senza prezzi accessibili per la famiglia media italiana».

Leggi Anche
Scrivi un commento