I wine lovers, i turisti più generosi

I wine lovers, i turisti più generosi

Viaggiano in cerca delle migliori miscele, ma tengono il portafoglio ben aperto anche per godersi il territorio in generale, specie quando si tratta di specialità agro-alimentari.

Questo il profilo dei turisti wine-lovers, la cui generosità (193 Euro spesi in media per giorno di vacanza) li rende diversi dal collega italiani, la cui media non supera i 90 Euro al
giorno.

A mettere le carte in tavola, una ricerca di Ciset e Istat per il Forum Europeo “Strade del Vino” , di scena a Cagliari, promosso dalle Città del Vino grazie all’azione dell’assessorato
dell’Agricoltura della Regione Sardegna e il patrocinio del Ministero del Turismo Sviluppo Economico Locale.

Il lavoro degli esperti consente di guardare meglio dentro il borsello del nostro cercatore di wine& Food. In base ai dati raccolti, i suoi 193 Euro vengono spesi in primis per ristorazione
(20,8%) ed alloggio (31,5%). Tra le voci non indispensabili, spicca ovviamente il vino (16%), tallonato da prodotti alimentari della zona (12,7%) e creazioni d’artigianato (10%).

Se poi si osserva dove il turista wine-lover si dirige, la lista è guidata dalla quaterna Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Veneto, in grado di 70% di tutti i letti disponibili nelle
Città del Vino (associazione che raccoglie i Comuni a maggiore vocazione eno-turistica) pur essendo solo il 27% degli associati.

Riguardo poi la detta Città del Vino, negli ultimi anni l’associazione ha visto aumentare dimensione e strutture. Le statistiche 2009 parlano infatti di una crescita degli alberghi a 5
stelle (++5,9% in numero degli esercizi e +6,8% in posti letto), di quelli a 4 stelle (rispettivamente 4,4% e 4,7%) ed infine dei bed&breakfast, in grado di crescere del 10%.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento