I prodotti biologici

Interesse sempre crescente riscuotono anche i frutti delle produzioni biologiche, ovvero di pratiche agricole che ammettono solo l’impiego di sostanze naturali, cioè presenti in natura,
escludendo l’utilizzo di sostanze chimiche sintetizzate dall’uomo, secondo il regolamento CEE 2092/91.

La difesa dagli insetti dannosi, per esempio, viene effettuata mediante la lotta integrata con l’impiego di altri insetti, l’utilizzo di sostanze di origine minerale, vegetale, animale e di
piante resistenti, mentre la fertilità del terreno viene mantenuta e potenziata con concimi naturali. Anche gli animali vengono alimentati con prodotti vegetali da agricoltura biologica.
Si evitano tecniche di forzatura della crescita e metodi industriali di gestione di allevamento; la salute degli animali viene salvaguardata con l’utilizzo di rimedi soprattutto omeopatici o
fitoterapici.

L’etichetta dei prodotti biologici deve riportare: il nome dell’organismo di controllo autorizzato e il suo codice, preceduto dalla sigla IT; il codice dell’azienda controllata e il numero di
autorizzazione; il numero e la data del decreto di autorizzazione MIPAAF per l’organismo di controllo. Presso tutte le Regioni, all’Assessorato dell’Agricoltura, sono esposti gli Albi che
elencano le aziende biologiche presenti nella regione. A norma di legge, tali albi sono accessibili al pubblico e quindi si possono consultare facilmente.

Leggi Anche
Scrivi un commento