I piselli gialli contrastano il grasso in eccesso ed il pericolo diabete

I piselli gialli contrastano il grasso in eccesso ed il pericolo diabete

Consumare piselli gialli riduce lo sviluppo di grasso addominale e il pericolo di insulino-resistenza, facendo quindi calare le probabilità di diabete.

E’ quanto mostra una ricerca dell’Università di Manitoba (sezione Richardson Center for Functional Foods and Nutraceuticals) in Canada, diretta dai dottori Christopher Marinangelia e
Peter Jones e pubblicata sul “British Journal of Nutrition”.

Gli studiosi hanno selezionato 23 volontari, d’ambo i sessi, dividendoli poi in 2 gruppi in maniera casuale. Il primo gruppo ha ricevuto 2 muffin al giorno, contenenti farina di piselli
integrale e frazionata. Il secondo gruppo (gruppo di controllo) ha invece consumato 2 muffin, ma di farina di frumento.

Dopo 30 giorni di dieta, le analisi sui soggetti hanno mostrato come quelli del primo gruppo mostrassero un miglior stato della gestione e dei livelli dell’insulina.
Commentano così i direttori della ricerca: “Dietro un paradigma di dieta controllata, un consumo giornaliero di farine di piselli gialli integrali e frazionate a dosi equivalenti a una
mezza tazza di piselli gialli al giorno, riduce la resistenza all’insulina, mentre la farina di piselli interi riduce l’adiposità androide nelle donne”.

Per questo, Marinangelia e Jones ritengono che consumare corrette quantità di piselli gialli possa essere utile per scongiurare il rischio di diabete e di sovrappeso.

Fonte: C.P.F. Marinangeli, P.J.H. Jones, “Whole and fractionated yellow pea flours reduce fasting insulin and insulin resistance in hypercholesterolaemic and overweight human
subjects”
, British Journal of Nutrition, Puiblished online ahead of print, First View Article, doi:10.1017/S0007114510003156

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento