Google Earth per sorvegliare gli allevamenti ittici

Google Earth per sorvegliare gli allevamenti ittici

La gestione degli allevamenti ittici è uno dei problemi degli Stati moderni: in particolate, le autorità cercano metodi validi per stimare
la reale produzione di pesce. Tecnica valida può così essere Google Earth.

A dirlo, una ricerca dell’University of British Columbia, diretta dalla dottoressa Chiara Piroddi e pubblicata su “PloS One”.

Gli scienziati hanno preso per esame diverse gabbie di diversi Paesi, ovviamente usando il servizio di Google. Il lavoro ha riguardato il Mediterraneo
perchè, come spiega la capo-ricercatrice, “Ha una buona copertura dei satelliti”.

In generale gli esperti hanno conteggiato 21224 strutture, appartenenti a 16 Paesi diversi. Tra i pesci , in prevalenza i tonni, a cui erano dedicate 248
gabbie.

Ancora più importante, secondo i ricercatori Google Earth ha permesso di notare come il pesce prodotto è superiore a quello dichiarato. Tra coloro che dichiaravano quantità inferiori, al primo posto la Grecia (50% delle gabbie valutate male), seguita dalla Turchia (30%). Diversamente, la lista di quelli che sovrastimavano la produzione vedeva al comando Italia e poi Francia.

FONTE: Pablo Trujillo, Chiara Piroddi, Jennifer Jacquet, “Fish Farms at Sea: The Ground Truth from Google Earth”, PLoS ONE: Research Article, published 08 Feb 2012
10.1371/journal.pone.0030546

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento