Giustizia: governo diviso sulla “messa in prova” dei detenuti

Giustizia: governo diviso sulla “messa in prova” dei detenuti

 

E’ scontro sulla “messa in prova”, il progetto del guardasigilli Alfano che consentirebbe di evitare il carcere agli incensurati responsabili di reati puniti con pene fino a quattro
anni.

I colpevoli potranno svolgere lavori di pubblica utilità evitando le sbarre e potrebbero vedere estinto il reato al termine del percorso riabilitativo.

 

Ma il disegno di legge non piace al ministro dell’interno Maroni, perchè in contraddizione con le misure approvate con il pacchetto sicurezza.

Oggi il Consiglio dei Ministri non ha affrontato il tema: “prima bisognera’ avviare una profonda riflessione” ha detto il ministro della Difesa La Russa.

“Si rassegni chi immagina che ci saranno trappole su indulti o amnistie – ha detto Alfano – La posizione del governo è chiara: non ne faremo. Ma basta con i benefici gratis” ha
concluso.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento