Giustizia e Telefono Azzurro per la tutela dei minori

Il dipartimento per la giustizia minorile e l’associazione Telefono Azzurro hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa per la tutela dell’integrità psicofisica dei minori in
condizioni di disagio.

Il progetto, che agirà sia sul fronte della prevenzione che del recupero, promuoverà campagne di sensibilizzazione e percorsi di reinserimento per ragazzi colpevoli o vittime di
violenze materiali, sessuali o psicologiche. In particolare, l’iniziativa punterà a coinvolgere, assieme ai giovani, le loro famiglie.

«Noi del dipartimento per la giustizia minorile – ha spiegato la responsabile, Carmela Cavallo – lavoriamo da anni sulla prevenzione nel territorio, ma anche sulle politiche di
reinserimento, per aiutare le vittime di violenza a riprendere la loro vita e i ragazzi che escono dagli istituti carcerari a ridurre la recidiva».

I percorsi di riabilitazione gestiti da Telefono Azzurro affronteranno anche lo spinoso problema del bullismo, un fenomeno che, secondo Cavallo, «assume talvolta i contorni di veri e
propri atti delinquenziali».

Questa attività di prevenzione, formazione e sostegno potrà contare su un rafforzamento delle risorse a disposizione degli educatori: un circuito informativo integrato con il
Dipartimento di giustizia, ma anche un potenziamento dei servizi già esistenti, consentiranno a Telefono Azzurro di rendere la sua azione ancora più efficace. Un gruppo di
coordinamento, infine, si occuperà di valutare i risultati raggiunti nell’attuazione del protocollo.

Leggi Anche
Scrivi un commento