Gentile (CGIL): PA, nel pieno della crisi economica Brunetta licenzia 60 mila precari

 

“Nel momento in cui è sempre più acuta la crisi dell’economia reale, il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, si appresta a licenziare 60.000
persone alla scadenza di un contratto di lavoro che dura da non meno di 3 anni”.

Ad affermarlo è il responsabile del dipartimento Settori pubblici della Cgil Nazionale, Michele Gentile, in riferimento alla discussione che inizierà questa settimana in
Senato sul disegno di legge Tremonti-Brunetta, l’ex 1441 quater ora disegno di legge 1167.

Un ddl che, aggiunge Gentile, “contiene, tra l’altro, norme che determineranno il licenziamento di 60.000 precari alla scadenza del loro contratto e
l’impossibilità per altri 60.000 precari di poter partecipare a concorsi pubblici”.

Per il sindacalista della Cgil, “oltre alla grave perdita del posto di lavoro si chiuderanno anche servizi essenziali per il paese, le persone e le famiglie”.

Per questi motivi, conclude Gentile, “occorre abrogare la norma ripristinando quanto prevedevano le leggi finanziarie precedenti. Attraverso la mobilitazione tanti lavoratori e
tante lavoratrici si batteranno per questo obiettivo di equità sociale”.

Leggi Anche
Scrivi un commento