Gaza, Il presidente Acli Olivero: «L'Italia faccia sentire la sua voce»

Roma – Le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani saranno domani ad Assisi per la manifestazione promossa dalla Tavola della Pace per chiedere la fine della guerra nella
Striscia di Gaza. Pullman e delegazioni di aclisti raggiungeranno Assisi dal Trentino, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Sicilia e Umbria.

«Vogliamo chiedere la pace testimoniando la pace» afferma il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero, che sarà domani ad Assisi. «Se vogliamo ottenere la
pace – spiega – dobbiamo metterci in una logica di “terzietà”. Dobbiamo aiutare i contendenti ad uscire dalla spirale di violenza e di contrapposizione che porta inevitabilmente
alla guerra. L’Italia deve far sentire la sua voce perché l’Europa e l’Onu si facciano garanti della sicurezza di entrambi i popoli. Solo la politica è l’alternativa alla
guerra».

«La nostra manifestazione – aggiunge il presidente delle Acli – vuole essere un modo per testimoniare che la pace è possibile. Ma può chiedere la pace solo chi si fa
testimone di pace, non solo nelle azioni, ma anche nel linguaggio e nelle parole».

Leggi Anche
Scrivi un commento