Francia: il bonus-malus ecologico funziona

Raramente una misura ha avuto un impatto così forte in un periodo così breve.

In appena sei mesi, il bonus-malus che stimola a comprare un’auto poco energivora e scoraggia l’acquisto dei macchinoni, ha profondamente mutato il panorama automobilistico francese.

Primo impatto: in un periodo di calo dei consumi, a giugno il mercato dell’auto francese segna un aumento del 4,6%, quando Spagna e Italia sono alle prese con forti perdite.

Seconda conseguenza: le immatricolazioni di auto di gamma economica in sei mesi hanno registrato un aumento del 15%.

Infine, il bonus (un premio oscillante tra i 200 e i 1000 euro) ha favorito il diesel, le cui emissioni di Co2 sono inferiori a quelle della benzina.

Leggi Anche
Scrivi un commento