Finanziaria 2008: Famiglia, più servizi all'infanzia

Cresce il sostegno ai genitori con figli piccoli: la Finanziaria 2008 prevede 70 milioni di euro per il Piano straordinario che servirà a costruire asili nido e che intensificherà
i servizi socio educatavi per la prima infanzia. Intanto un’agevolazione arriva da subito: chi ha un bambino all’asilo nido potrà detrarre il 19% della spesa già nella
dichiarazione dei redditi del 2007.

Nella Finanziaria 2008 l’attenzione verso la famiglia si è concretizzata, inoltre, in misure che assicurano il «diritto alla casa» come le riduzioni dell’Ici, le detrazioni
per gli affitti e il bonus per le famiglie più povere; altre agevolazioni significative sono previste per le famiglie numerose: chi ha almeno 4 figli a carico avrà diritto ad una
detrazione di 100 euro al mese, con uno sconto complessivo di 1200 euro.

In più dal 2008 il Fondo per le politiche della famiglia, pari a 180 milioni di euro, avrà nuove funzioni: favorirà la permanenza o il ritorno in famiglia delle persone non
autosufficienti; inoltre, su iniziativa dell’Osservatorio per il contrasto della pedofilia, sosterrà iniziative di carattere informativo ed educativo per prevenite gli abusi contro i
minori.

A questi provvedimenti si aggiunge un disegno di legge collegato alla Finanziaria 2008 in materia di non-autosufficienza, politiche sociali e famiglia; una delle norme prevede la riformulazione
dell’articolo 9 della legge 53 del 2000, che riguarda le misure per conciliare i tempi di vita con i tempi di lavoro. Inoltre il collegato delega il Governo a stabilire una nuova disciplina per
i congedi di maternità e parentali, secondo linee guida delineate nel disegno di legge; i congedi saranno più flessibili per rispondere alle nuove esigenze di lavoro dei genitori,
ad esempio il diritto alla maternità sarà riconosciuto anche alle lavoratrici precarie.

In più, per quel che riguarda i congedi, la legge Finanziaria 2008 stabilisce che i genitori adottivi ed affidatari avranno lo stesso trattamento previsto per i genitori naturali,
cioè verrà esteso a 5 mesi il congedo di maternità alle donne lavoratrici.

Leggi Anche
Scrivi un commento