Festa delle donne, mimose: Prezzi inferiori fino al 20% rispetto al 2010

Festa delle donne, mimose: Prezzi inferiori fino al 20% rispetto al 2010

Sono stati venduti dalle aziende agricole ad un prezzo inferiore di almeno il 20 per cento rispetto allo scorso anno i circa 15 milioni i ramoscelli di mimose donati in Italia in occasione della
Festa della Donna nelle case, nei negozi, nei posti di lavoro e di svago.

E’ quanto stima la Coldiretti nel sottolineare che il gesto oltre ad avere un alto valore simbolico ha anche un importante impatto ambientale perché sostiene una coltivazione realizzata
con tecniche eco-compatibili soprattutto nei tipici terrazzamenti liguri che si affacciano sul mare, altrimenti destinati al degrado e all’abbandono.

Un prodotto del Made in Italy che – sottolinea la Coldiretti – proviene nel 95 per cento dei casi da una superficie di oltre 400 ettari coltivati nella provincia di Imperia dove si realizza una
produzione media intorno ai trecentomila chili che quest’anno è stata esportata in modo rilevante anche nell’est Europa dove si festeggerà dunque con fiori italiani.

Se il 48 per cento delle donne ama festeggiare la ricorrenza con i fiori secondo una indagine Fipe, la produzione nazionale di mimose è sufficiente – precisa la Coldiretti – a coprire le
richieste a prezzi che nei campi hanno oscillato attorno ai 5 euro al chilo, inferiori fino al 20 per cento rispetto al 2010.

La qualità del fiore è peraltro eccellente perché le mimose per la festa della donna 2011 sono in leggero anticipo e non hanno avuto bisogno di essere conservate in
frigorifero, grazie alle basse temperature.

Per conservare l’omaggio – continua la Coldiretti – si consiglia di tagliare quanto prima gli steli che devono rimanere per due ore in acqua pulita e inacidita con due gocce di limone. Vanno
quindi collocati in piena luce e mantenuti in ambiente fresco e umido perché la mimosa rilascia molta acqua attraverso la traspirazione e bisogna evitare che la grande perdita di liquidi
faccia seccare rapidamente il fiore.

La mimosa è stata scelta come simbolo della Festa delle Donne perché sboccia in questo periodo ed è un fiore che dietro una fragilità apparente mostra – conclude la
Coldiretti – una grande forza con la capacità di crescere anche in terreni difficili.

www.coldiretti.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento