Ferrovie: non c’è solo la velocità

Ferrovie: non c’è solo la velocità

“Sapere che le tariffe per i treni destinati ai pendolari non aumenteranno è una buona notizia, ma non si possono aumentare le tariffe degli altri treni senza garantire  il decoro
delle carrozze, la pulizia dei servizi igienici e la funzionalità delle stazioni. La qualità del servizio, infatti, non si misura solo con la velocità del
Frecciarossa”.

E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando le dichiarazioni odierne del presidente delle Ferrovie dello Stato, Innocenzo
Cipolletta.

“Non è vero – osserva Dona – che è sempre colpa delle regioni se i servizi per i pendolari sono largamente inadeguati. Infatti,  nella sola Toscana Trenitalia ha dovuto pagare
negli ultimi dieci anni oltre 5 milioni di penali proprio per il mancato rispetto degli impegni assunti nel contratto di servizio stipulato con la Regione”.

Leggi Anche
Scrivi un commento