Farmaci: per Fofi il confronto tra prezzi è impossibile

Farmaci: per Fofi il confronto tra prezzi è impossibile

Secondo la Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) il confronto dei prezzi dei farmaci da banco (Otc) venduti in farmacia e nei corner dei supermercati è impossibile per le
differenti condizioni in cui operano.

Per il Codacons si tratta solo di scuse. La realtà è che nei supermercati si arriva a risparmiare il 20% rispetto al prezzo praticato dalle farmacie tradizionali. Il vero problema
è che, specie dopo l’eliminazione dell’obbligo di indicare il prezzo di vendita al pubblico, bisogna al più presto proseguire nell’opera di liberalizzazioni iniziata con la prima
lenzuolata Bersani e poi interrotta con la mancata approvazione della terza lenzuolata.

Il Governo ed il Parlamento devono al più presto consentire di vendere nei supermercati non solo i farmaci da banco ma anche i farmaci di fascia «C». Infatti, o si elimina
l’obbligo per i supermercati di far vendere i medicinali da un farmacista, risparmiando così sui costi, o si consente loro di vendere anche gli altri farmaci. Solo così potrà
riprendere la discesa dei prezzi ora interrotta.

Leggi Anche
Scrivi un commento