Etichettatura olio, De Castro: «Non cambieremo rotta»

«Noi non cambiamo rotta» lo ha detto il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali onorevole Paolo De Castro commentando l’avvio da parte della Commissione Europea di
una procedura di infrazione contro il decreto con il quale l’Italia ha introdotto l’obbligo di indicare l’origine in etichetta per l’olio extravergine d’oliva.

«Siamo assolutamente convinti della bontà delle nostre decisioni in materia di etichettatura obbligatoria», ha sostenuto il Ministro. «Il tema dell’origine – ha
continuato – è centrale per la tutela del prodotto come del consumatore, e continueremo a batterci per vedere affermato questo principio in sede internazionale».

«Nelle prossime settimane – ha concluso De Castro – avvieremo un confronto serrato con la Commissione per fornire tutte le informazioni a sostegno delle nostre scelte e in particolare
quelle integrazioni al dossier che dimostrano come, in assenza di etichettatura, si determini un oggettivo danno al consumatore, privato nelle sue scelte di una completa ed esaustiva
informazione».

Leggi Anche
Scrivi un commento