Documento congiunto dei consumatori europei contro gli OGM

«L’incontro di oggi rappresenta una vera e propria svolta nel movimento europeo dei consumatori e una tappa fondamentale della Consultazione nazionale sugli ogm che si sta svolgendo nel
nostro paese» così Mario Capanna, Presidente della Fondazione Diritti Genetici, è intervenuto oggi al convegno «OGM: orientamenti del movimento cooperativo»
organizzato da Euro Coop, l’organismo europeo delle cooperative dei consumatori, nell’ambito della Consultazione nazionale su ogm e modello di sviluppo agroalimentare.

«Il documento congiunto presentato oggi dalle Coop di tutta Europa, una forza che riunisce oltre 22 milioni di consumatori e 3200 cooperative locali e regionali – ha continuato Capanna –
è un segno inequivocabile lanciato alle istituzioni di Bruxelles perchè offrano finalmente garanzie serie ai cittadini europei in tema di ogm».

«Teniamo a sottolineare – ha continuato il presidente della Fondazione Diritti Genetici – che la coesistenza fra coltivazioni transgeniche e convenzionali è impossibile, come
appurato da numerosi studi scientifici, e che pertanto l’unica scelta possibile è un inequivocabile e assoluto no alle colture biotech. L’obiettivo della Coalizione «ItaliaEuropa –
liberi da Ogm» è infatti una Europa completamente priva di colture transgeniche».
Capanna ha poi ribadito la necessità che il governo italiano costruisca una iniziativa politico-diplomatica urgente per creare una maggioranza di blocco in Europa contro le
autorizzazioni di nuovi Ogm. «La Coalizione si sta da tempo ponendo questa domanda: esiste in Italia un ministero delle politiche agricole? Perchè non si attiva per costruire una
alleanza con i propri omologhi europei?
«L’Italia ha soltanto due alternative – ha concluso Capanna – coltivare Ogm e scegliere l’omologazione, oppure impedire che un solo Ogm entri in Italia e in Europa, tutelando così
un patrimonio agroalimentare unico al mondo, che sarebbe irrimediabilmente compromesso dall’introduzione di coltivazioni biotech.»

Leggi Anche
Scrivi un commento